Domenica 20 Gennaio 2019 | 03:23

NEWS DALLA SEZIONE

In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 
Vandali al Vanoni
Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

 
Padre, madre e 2 figli
Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

 
Nel Leccese
Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

 
A Torre San Giovanni
Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

 
Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il festival
Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

 
All'ospedale Vito Fazzi
ospedale Vito Fazzi di Lecce

Polmone asportato senza aprire torace: super-intervento a Lecce

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 

Contro la morìa degli ulivi presto altri fondi in Puglia

BARI - Il ministro alle Politiche agricole, Maurizio Martina, parlerà nell’incontro, convocato lunedì a Roma, con l’assessore all’Agricoltura della Puglia Fabrizio Nardoni dell’emergenza «Xylella Fastidiosa», che sta uccidendo centinaia di ulivi in Salento. Ci sarà un vertice con i referenti del Servizio fitosanitario regionale e il Corpo Forestale dello Stato. La richiesta al governo è di «azioni energiche e specifiche per contenere ed arrestare la propagazione del batterio»
Contro la morìa degli ulivi presto altri fondi in Puglia
BARI - «Coltivare cannabis per uso terapeutico? La questione è interessante e da approfondire con studi scientifici, ci si lavorerà». Il ministro alle Politiche agricole, Maurizio Martina, lancia un apprezzamento alla legge approvata in Puglia e, precisando di non aver «ancora studiato il dossier della Puglia» annuncia che il Governo «potrebbe parlarne nel prossimo consiglio dei ministri».

Ma non è di cannabis che il ministro parlerà nell’incontro, convocato lunedì a Roma, con l’assessore all’Agricoltura della Puglia Fabrizio Nardoni: l’emergenza «Xylella Fastidiosa», che sta uccidendo centinaia di ulivi in Salento, sarà al centro del vertice con i referenti del Servizio fitosanitario regionale e il Corpo Forestale dello Stato. La richiesta al governo è di «azioni energiche e specifiche per contenere ed arrestare la propagazione del batterio – ha detto Nardoni – un rafforzamento dell’organico che sta affrontando l’emergenza sul campo e nei laboratori scientifici, ma anche una maggiore operatività sul campo, per entrare nei terreni con il supporto di atti amministrativi condivisi con il Ministero. Continueremo ad insistere affinchè vengano messe a disposizione le somme indicate dal precedente ministro e che diano  finalmente operatività ad ampio raggio e indennizzi per gli agricoltori colpiti».

Peccato che, a fronte dell’impegno richiesto al governo, proprio l’assessore non sia riuscito ad implementare la dotazione finanziaria prevista dal Bilancio della Regione per affrontare la «Xylella»: un emendamento del centrodestra, col parere favorevole del governo, che aumentava da 2 a 4 milioni la dotazione, è stato bocciato dalla stessa maggioranza in Aula. «Incidente di percorso chiarito - spiega - alla prossima riunione del Consiglio quella disponibilità diventerà impegno concreto».

Corrono ai ripari anche i capigruppo Michele Losappio (Sel) e Angelo Disabato (Puglia per Vendola): «alla ripresa dei lavori del Consiglio trasformeremo in leggi i due emendamenti che sono stati accantonati nella seduta del bilancio. Quello sulla formazione, frenato dal centrodestra per motivi procedurali, e quello sulla Xylella, respinto - dicono - per una incomprensione dovuta al disordine ed alla concitazione». «I fondi per contrastare l’emergenza Xylella in Puglia dovranno necessariamente essere aumentati. Se questa proposta presentata dal centrodestra ieri in Consiglio non è passata - chiarisce il consigliere regionale Pd Sergio Blasi - è per l’assoluta assenza di indicazioni su come impiegare i fondi. Tutto ciò era condito da confusione e da un tentativo strumentale e demagogico di attaccare il centrosinistra, che pure aveva già manifestato l’intenzione di procedere all’aumento dello stanziamento». Insomma, solo questioni di tattica in Consiglio hanno affossato quell’aumento. Ma soprattutto «è ora che la questione sia presa in carico anche dal governo nazionale» dice Blasi, proponendo a Nardoni di prevedere una misura ad hoc nel nuovo Piano di Sviluppo Rurale.

«È inutile girarci intorno - contrattacca Luigi Mazzei (FI) - la bocciatura dell’emendamento presentato dal sottoscritto e dal gruppo di Forza Italia per raddoppiare le risorse da mettere a disposizione del comparto agricolo, grida vendetta. Con grande senso di responsabilità e senza alcuna demagogia, avevamo suggerito alla Giunta Vendola ed alla maggioranza di centrosinistra che la sostiene anche i capitoli di spesa da cui recuperare ulteriori due milioni di euro da mettere a disposizione della battaglia contro la xylella: niente di tutto ciò, la maggioranza, compatta, ha detto no agli olivicoltori pugliesi mettendo a disposizione solo la mancetta prevista. Inutile negare anche la magra figura dell’assessore Nardoni». Tende la mano, invece, Erio Congedo (FI): «evidente che la questione debba essere affrontata con un lavoro di squadrache coinvolga oltre che la Regione anche il Governo nazionale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400