Sabato 19 Gennaio 2019 | 07:38

NEWS DALLA SEZIONE

Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il festival
Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

 
All'ospedale Vito Fazzi
ospedale Vito Fazzi di Lecce

Polmone asportato senza aprire torace: super-intervento a Lecce

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 
Lontano almeno 300 metri
Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: mi tradisce

Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: «Mi tradisce»

 
nel Leccese
Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

 
Il progetto non decolla
Monteroni, stop all'università islamica: il Tar dà ragione al comune

Monteroni di Lecce, l'università islamica non si farà: il Tar dà ragione al comune

 
Il gasdotto
Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

 
La nomina
Lecce, dopo le dimissioni di Salvemini nominato commissario ex prefetto Sodano

Lecce, dopo dimissioni di Salvemini nominato commissario: è l'ex prefetto Sodano

 
12 e 13 gennaio
BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

 

Lecce, fa da cavia per aiutare i genitori ammalati di cancro

LECCE – La decisione per aiutare il padre e la madre malati di cancro e bisognevoli di cure continue: "lavorerà" per conto di un’azienda farmaceutica svizzera, nel Canton Ticino. I suoi genitori sono entrambi malati e percepisono meno di mille euro che non bastano a pagare i costi per le cure". L'uomo è uno dei quattro figli della coppia, tutti senza lavoro. Racconta dei continui tentativi fatti negli ultimi sei anni per trovare un lavoro: l'ultimo risale a 6 anni fa
Lecce, fa da cavia per aiutare i genitori ammalati di cancro
LECCE – Si chiama Andrea, ha 33 anni ed è di Lecce. Per aiutare i suoi genitori malati di cancro e bisognevoli di cure continue, ha deciso di diventare una cavia umana per conto di un’azienda farmaceutica svizzera, nel Canton Ticino.

"E' l’unico modo per aiutare i miei genitori a curarsi" - ha dichiarato Andrea – sono entrambi malati e la pensione di invalidità di neppure mille euro in due non basta a pagare i costi per le cure". Andrea è uno dei quattro figli della coppia, tutti senza lavoro. Racconta dei continui tentativi fatti negli ultimi sei anni per trovare un lavoro.

"L'ultimo lavoro, sei anni fa – dice - fu di due mesi alla Lupiae Servizi (società partecipata del Comune di Lecce, ndr) come netturbino. Poi più nulla. Ho fatto persino lo sciopero della fame sotto il Comune, per farmi recedere un’assessore si era impegnato ad aiutarmi. Ma quell'aiuto non è arrivato mai".

"Quello che voglio – conclude Andrea – è solo un lavoro, anche umile. Il mio pensiero sono i miei genitori, e se dovesse venir meno il contatto con questa azienda farmaceutica, sono disposto anche a vendere un rene". Del caso si sta occupando anche la Caritas di Lecce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400