Lunedì 21 Ottobre 2019 | 05:10

NEWS DALLA SEZIONE

IL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
Un 67enne
Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

 
La tragedia
Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

 
ESERCITO
Lecce, il 31° Reggimento carriha un nuovo comandante

Lecce, il 31° Reggimento carri ha un nuovo comandante

 
la mossa del sindaco
Otranto, sotto esame l’idea dei pontili aperti

Otranto, sotto esame l’idea dei pontili aperti

 
Migranti
Salento, due sbarchi in poche ore: in 81 arrivano a bordo di una barca a vela

Salento, due sbarchi in poche ore: in 81, tra curdi e iracheni, a bordo di un veliero

 
I soccorsi
Migranti, in arrivo 80 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

Migranti, in arrivo 50 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

 
L'intesa
Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

 
Incidente mortale
Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

 
in salento
Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

 
era in ospedale
Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl contest
Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

 
TarantoLa visita
Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

 
PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Condannna di Perrone per un morto in allagamento Anci: sconcerto e amarezza

LECCE - Solidarietà e amarezza bipartisan dall'Anci per la condanna a 10 mesi di reclusione del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, accusato di omicidio colposo per la morte di un anziano morto nella sua auto intrappolato nel sottovia allagato a Lecce a causa di un violento nubifragio (10 mesi inflitti anche al dirigente del settore Lavori pubblici  e 6 mesi all'ex comandante della polizia municipale). Il presidente dell'Anci, Fassino (Pd): amarezza e sconcerto per sentenza incomprensibile. Cattaneo (FI), vicepresidente Anci: incomprensibile la decisione di addossare al primo cittadino una responsabilità tanto grave
Condannna di Perrone per un morto in allagamento Anci: sconcerto e amarezza
LECCE - Solidarietà e amarezza bipartisan dall'Anci per la condanna a 10 mesi di reclusione del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, accusato di omicidio colposo per la morte di un anziano morto nella sua auto intrappolato nel sottovia allagato a Lecce a causa di un violento nubifragio (10 mesi inflitti anche al dirigente del settore Lavori pubblici  e 6 mesi all'ex comandante della polizia municipale). La sentenza è avvenuta nell’ambito del processo per la morte dell’avvocato leccese Carlo De Pace, rimasto intrappolato nella sua auto il 21 giugno 2009 nel sottovia allagato di viale Leopardi, a causa di un violento nubifragio. L’accusa, sostenuta dal pm Paola Guglielmi, aveva chiesto una condanna a un anno e sei mesi di reclusione.

«Una sentenza della quale prendo atto, pur consapevole di essere totalmente estraneo a quella drammatica dinamica di eventi» ha scritto Perrone sulla sua pagina Facebook che aggiunge: «Nel momento in cui - ha aggiunto - in un Paese come il nostro, sono divenuto primo cittadino di Lecce, ho implicitamente accettato di dovermi eventualmente addossare anche responsabilità del genere. Sono fiducioso, però, che la mia estraneità a quel tragico episodio sarà riconosciuta dal giudice di secondo grado».

«Il rispetto per la magistratura e per le sue decisioni non può nascondere lo sconcerto, l’amarezza ed il profondo disagio per una sentenza francamente incomprensibile. La responsabilità oggettiva di un Sindaco non può condurre ad addebitargli automaticamente qualsiasi cosa accada in una città”. Lo ha dichiarato il Presidente della Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci) Piero Fassino, commentando la sentenza emessa dai magistrati a carico del Sindaco di Lecce Paolo Perrrone a cui lo stesso Fassino ha voluto esprimere “la vicinanza di tutta l’Anci e mia personale».

«I sindaci sanno cosa vuol dire lavorare ogni giorno per le proprie comunità a viso aperto, senza mai sottrarsi alle proprie responsabilità, come sono sicuro abbia fatto fino ad oggi anche il sindaco di Lecce Paolo Perrone. Per questo motivo appare incomprensibile la decisione di addossare al primo cittadino una responsabilità tanto grave». Così il vicepresidente dell’Anci, Alessandro Cattaneo, commenta le vicende che hanno riguardato il sindaco di Lecce, Paolo Perrone.

«Si rischia inoltre – aggiunge Cattaneo – di creare un precedente pericoloso: i sindaci già da tempo denunciano la solitudine in cui sono costretti nel governo dei territori; se passa anche il concetto per cui ogni accadimento viene ricondotto solo alla responsabilità del primo cittadino, si rischia di dar luogo a un corto circuito istituzionale molto pericoloso. Da parte mia – conclude Cattaneo – esprimo massima solidarietà e amicizia al sindaco Perrone, che conosco e stimo per il suo lavoro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie