Domenica 24 Febbraio 2019 | 03:57

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Salento
Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 28enne

Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 27enne

 
Salento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
Il progetto
Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

 
La scoperta della Gdf
Lecce, maxi frode fiscale di oltre 12 mln con gli imballaggi: 3 arresti

Lecce, maxi frode fiscale da 14 mln: 3 arresti, tra cui noto imprenditore di Presicce VD

 
Il fenomeno
Bullismo a Lecce, rafforzati i controlli nel centro della movida

Bullismo a Lecce, rafforzati i controlli nel centro della movida

 
La decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
Nel Salento
Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

 
Il caso
Maglie, lavaggio troppo energico danneggia antica fontana

Maglie, lavaggio troppo energico danneggia antica fontana

 
Il caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
Nel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
Componente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'episodio
Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

 
FoggiaPrimarie
Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

 
PotenzaVoto il 24 marzo
Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

 
BrindisiSan Pietro Vernotico
Scontro frontale nel Brindisino: muoiono 3 persone

Scontro frontale nel Brindisino:
muoiono 3 persone

 
LecceNel Salento
Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 28enne

Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 27enne

 
MateraA Tokyo
Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

 
BatDavanti alla stazione
Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

 

In bolletta 7500 euro condannato il gestore

di ANGELA LEUCCI
MAGLIE - Un prelievo «forzoso» di oltre settemila euro, a titolo di conguaglio, fa finire sotto accusa, per mano dell’utente, la Gdf Suez Energie, che è stata condannata dai giudici alla restituzione del maltolto e al pagamento delle spese processuali. La sentenza è stata pronunciato il 30 giugno dal Tribunale di Maglie. Per colpa di una virgola, un consumatore si era visto arrivare un conguaglio record, con importo prelevato direttamente dal conto
In bolletta 7500 euro condannato il gestore
di ANGELA LEUCCI
MAGLIE - Un prelievo «forzoso» di settemila euro, a titolo di conguaglio, fa finire sotto accusa, per mano dell’utente, la Gdf Suez Energie, che è stata condannata dai giudici alla restituzione del maltolto e al pagamento delle spese processuali. La sentenza è stata pronunciato il 30 giugno dal Tribunale di Maglie. A chiamare in causa la società erogatrice di energia è stato un consumatore di Maglie, che il 3 novembre del 2011 si è visto addebitare, senza nessun preavviso, 7.514,18 euro dal conto corrente dalla Gdf Suez Energie Spa per la fornitura di gas per uso domestico. Il malcapitato si è subito rivolto alla sezione locale del Codacons, e, rappresentato dagli avvocati Alessandra Cancelli e Annalisa Nuzzaci, ha vinto la causa.

Il «disguido» avviene nel 2010, in un periodo collocato tra il 24 marzo al 28 settembre: in relazione a questi mesi, la Gdf Suez avrebbe calcolato un conguaglio arrivando all’esorbitante cifra che il consumatore si è visto prelevare verso la fine del 2011, in quanto utente con addebito automatico sul conto corrente. Il consumo calcolato era in relazione a un periodo in cui - è stato dimostrato - l’abitazione era vuota, perché il consumatore in questione era nella sua casa di villeggiatura.
«Tutta colpa di una anomalia sul misuratore – spiega il legale del Codacons Nuzzaci - riscontrata e provata poi giudizialmente, negata invece dalla Gdf Suez Energie Spa, che ignorava le precedenti composizioni stragiudiziali della controversia. Noi avvocati del Codacons abbiamo provato la impossibilità dell’utenza privata a un consumo di gas così esoso e la totale inerzia del gestore alla risoluzione della controversia».

In altre parole, il contatore dell’erogazione del gas trascinava la virgola ben oltre i consumi reali. Il surplus di energia erogata sarebbe stato eccessivo non solo per l’abitazione in questione, ma per una qualunque abitazione a uso domestico, anche fosse stata abitata nei periodi di riferimento.

Codacons Maglie si mette a disposizione dell’utenza per situazioni del genere: l’associazione si trova a Maglie in via Francesco Baracca e può essere contattata al numero 0836311183.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400