Venerdì 12 Agosto 2022 | 20:59

In Puglia e Basilicata

Il caso

Corruzione e sanità a Lecce, Riesame: respinto ricorso sindaco Scorrano

Finanza

Il Riesame ha rigettato inoltre anche i ricorsi di due altri destinatari di misure personali disposte dal gip Simona Panzera, inerenti le posizioni del medico Vito Quarta

30 Luglio 2022

Redazione online

LECCE - Il collegio del Tribunale del Riesame, presidente Carlo Cazzella, ha respinto la richiesta di revoca dell’obbligo di dimora, avanzata dagli avvocati di Mario Pendinelli, per il sindaco di Scorrano ed ex consigliere regionale accusato di falso e corruzione elettorale in concorso con l’ex assessore regionale Salvatore Ruggeri nell’ambito dell’indagine della Gdf, denominata «Re Artù», su presunti intrecci tra sanità e politica. Il Riesame ha rigettato inoltre anche i ricorsi di due altri destinatari di misure personali disposte dal gip Simona Panzera, inerenti le posizioni del medico Vito Quarta, responsabile del centro di procreazione assistita 'Prodia', per il quale i legali avevano hanno chiesto la revoca della misura dell’obbligo di dimora a Carmiano. Istanza rigettata anche per il commercialista Giantommaso Zacheo, per il quale era stata chiesta la revoca della misura dell’obbligo di dimora a Carpignano Salentino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725