Venerdì 30 Luglio 2021 | 12:09

NEWS DALLA SEZIONE

il caso
Lecce, mura del borgo antico imbrattate con disegno di spermatozoi

Lecce, mura del borgo antico imbrattate con disegno di spermatozoi

 
Serie B
Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

 
Il caso
Lecce, zuffa all'hub vaccinale: denunciati due ragazzi

Lecce, zuffa all'hub vaccinale: denunciati due ragazzi

 
il verdetto
Tribunale di Lecce

Lecce, sospesa l'interdittiva antimafia per Fersalento

 
Droga
Melendugno, nel vecchio torrino il deposito della marijuana: arrestato

Melendugno, nel vecchio torrino il deposito della marijuana: un arresto

 
Movida fuorilegge
Gallipoli, armi e turisti sulla navetta abusiva: denuncia e sanzioni

Gallipoli, armi e turisti sulla navetta abusiva: denuncia e sanzioni

 
Finita l'odissea
Rientrano da Dubai gli studenti salentini

Rientrano da Dubai gli studenti salentini

 
Il giallo
Morto lo pneumologo magliese De Donno: avviò la cura del plasma iperimmune

Morto il medico di origini salentine De Donno: avviò la cura del plasma iperimmune

 
Il caso
Galatina, pestano un ragazzino per gelosia: in due nei guai

Galatina, pestano un ragazzino per gelosia: in due nei guai

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaSei guarigioni
Basilicata, effettuate 4.861 vaccinazioni

Basilicata, effettuate 4.861 vaccinazioni

 
BariVari controlli
Bari, la polizia interrompe concerto non autorizzato di un neomelodico napoletano

Bari, la polizia interrompe concerto non autorizzato di un neomelodico napoletano

 
Lecceil caso
Lecce, mura del borgo antico imbrattate con disegno di spermatozoi

Lecce, mura del borgo antico imbrattate con disegno di spermatozoi

 
TarantoAllarme
Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare

Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare

 
FoggiaIstanza al ministero
Foggia, Ufficio del Giudice di Pace di Rodi Garganico: rappresentate le istanze del territorio

Foggia, Ufficio del Giudice di Pace di Rodi Garganico: rappresentate le istanze del territorio

 
Batcontrolli sul litorale
Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

 
BrindisiTokyo 2020
Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

 
Potenzal'emergenza
Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

 

i più letti

Iva

Commercio auto, a Lecce scoperta frode da 764mila euro: sanzioni per oltre un milione e mezzo

Commercio auto, a Lecce scoperta frode da 764mila euro: sanzioni per oltre un milione e mezzo

Lecce - Le auto venivano comprate dalla Germania e dall'Austria, ma non arrivavano a Lecce. La società che si occupava della compravendita, infatti, è risultata inesistente, non aveva sede legale nè amministrativa. Serviva solo per acquistare all'estero senza pagare le imposte.

Un'evasione dell’Iva per 764 mila euro - «oltre a sanzioni per circa 1,5 milioni di euro» - è stata scoperta a Lecce dall’Agenzia delle accise, dogane e monopoli. Il rappresentante della società che opera nel settore del commercio di auto è stato denunciato all'autorità giudiziaria.

L'indagine è nata  dal monitoraggio della Sezione Antifrode e Controlli dei flussi commerciali di beni circolanti in ambito intracomunitari, attraverso la consultazione delle banche dati e dei sistemi informativi dell’Agenzia delle dogane e dei Monopoli.

Gli ispettori hanno scoperto che la società, ufficialmente con sede a Lecce, importava macchine di grossa cilindrata  dall'Unione europea, in particolare Austria e Germania. Interrogando l'Anagrafe tributaria, però, è emersa «la totale assenza di dichiarazioni o comunicazioni fiscali da parte della società acquirente».

    Ulteriori approfondimenti dell'Ufficio delle dogane di Lecce, ma soprattutto un sopralluogo effettuato presso la sede della società ha appurato che a quell'indirizzo non c'era alcuna attività commerciale. E che il suo rappresentante legale era ed è attualmente irreperibile.  

Da qui la scoperta della frode: le autovetture acquistate, tutte di noti marchi europei con un valore di mercato che oscilla da 20mila agli 80mila euro, arrivavano solo sulla carta a Lecce. La società era stata messa in piedi per evadere l'Iva.    A fronte delle transazioni, infatti, è risultato che la società fantasma non ha effettuato alcuna dichiarazione fiscale. Da qui la denuncia del rappresentante della società che risponde di omessa dichiarazione Iva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie