Giovedì 04 Giugno 2020 | 17:39

NEWS DALLA SEZIONE

nel salento
Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

 
L'appello
Lecce, omicidio Petrachi, lettera della moglie di Camassa condannato all'ergastolo: «Ti aspettiamo»

Lecce, omicidio Petrachi, lettera della moglie di Camassa condannato all'ergastolo: «Ti aspettiamo»

 
L'inchiesta
Lecce, allieve molestate: nei guai prete-prof

Lecce, allieve molestate: nei guai un prete-prof 45enne

 
L'iniziativa
Fase 2, in Salento si simula una festa patronale con luci e banda

Fase 2, in Salento si simula una festa patronale con luci e banda

 
Il caso
Gallipoli, legato a uno scoglio per attirare turisti: è polemica sul cigno Renzo

Gallipoli, legato a uno scoglio per attirare turisti: è polemica sul cigno Renzo

 
Sanità post emergenza
Il San Giuseppe da Copertino

L’ospedale di Copertino riapre ma l’organizzazione è disastrosa

 
L'iniziativa
Lecce, «Pasticciotto day» per festeggiare la fine lockdown

Lecce, «Pasticciotto day» per festeggiare la fine lockdown

 
IL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
Industria
L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

 
maltempo
Pioggia e grandine su coltivazioni verdure in Salento: allarme di Coldiretti

Pioggia e grandine su coltivazioni verdure in Salento: allarme di Coldiretti

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa richiesta
Fase 3, la Basilicata chiede ad Arcuri altri 300mila tamponi

Fase 3, la Basilicata chiede ad Arcuri altri 300mila tamponi

 
Barioperazione gdf
Bari, frode fiscale: sigilli a beni per 3,7mln di euro a società rifiuti

Bari, frode fiscale: sigilli a beni per 3,7mln di euro a società rifiuti Tradeco

 
FoggiaI provvedimenti
Tre casi di stalking nel Foggiano: tra questi una 26enne che molestava una sua ex amica

Tre casi di stalking nel Foggiano: tra questi una 26enne che molestava una sua ex amica

 
Tarantole nuove date
Mittal, a Taranto ispezione dei commissari ex Ilva dall'8 al 10 giugno

Mittal, a Taranto ispezione dei commissari ex Ilva dall'8 al 10 giugno. Dal 6 giugno 9 settimane di Cig per 8mila operai

 
Materaripresa
Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

 
Leccenel salento
Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

 
BrindisiL'intimidazione
Ostuni, incendiata auto a ex sindaco

Ostuni, incendiata auto in pieno giorno: terzo attentato all' ex sindaco

 

i più letti

nel Leccese

Soleto, 55 contagi nella Rsa: la Procura apre un'inchiesta

Il sindaco: 55 ospiti contagiati. Fra le 7 vittime una centenaria di Galatina. E i problemi sono nelle strutture di tutta la Puglia

Coronavirus, 31 contagiati in Rsa a Soleto, sindaco: «Ora in mano alla Asl, c'è angoscia»

La Procura ha avviato un’indagine conoscitiva su contagi e morti fra gli ospiti della residenza socio sanitaria assistenziale «La Fontanella» di Soleto. È la conseguenza delle segnalazioni fatte dai familiari e dai parenti degli ospiti della struttura e, soprattutto, dell’informativa depositata nelle ultime ore dai carabinieri di Soleto e dei Nas.
Il fascicolo, al momento a carico di ignoti, è stato assegnato al sostituto procuratore Alberto Santacatterina.
Le famiglie degli anziani ospiti della residenza socio assistenziale hanno già provveduto a segnalare gli accadimenti agli avvocati Carlo Gervasi ed Angela Rizzo. E a breve saranno depositati i primi esposti con la richiesta di fare luce. Avanza il sospetto che, nei giorni dell’emergenza e prima che la gestione della struttura passasse nelle mani della Asl, l’assistenza riservata agli anziani non sia stata adeguata. In particolare, alla Procura si chiede di fare chiarezza su quanto accaduto nella Rsa nell’arco di tempo compreso tra sabato 21 e giovedì 26 marzo. E, soprattutto, i parenti vogliono capire se siano state adottate tutte le misure per prevenire il contagio e, dopo il primo caso, se sia stato fatto di tutto per contenerlo. C’è dell’altro. Si parla anche di presunte difficoltà di ricevere informazioni sullo stato di salute dei parenti ricoverati. E qualcuno avrebbe anche lamentato di essere venuto a conoscenza della morte del parente dopo qualche giorno.

I sospetti sono fondati? Saranno gli accertamenti a verificarlo.
«Non disponendo ancora di dati ufficiali, la situazione epidemiologica si attesterebbe, in relazione agli ospiti, in complessivi 55 tamponi positivi al covid-19, comprensivi dei dieci anziani ricoverati in ospedale e dei 7 deceduti. In relazione invece al personale, sono risultati positivi 11 operatori, di cui 3 nostri concittadini che mi hanno immediatamente informato» spiega il sindaco Graziano Vantaggiato. «Non si conoscono al momento altri casi di quarantena ed eventuali contagi non riconducibili alla struttura assistenziale e, al momento - aggiunge il primo cittadino - dieci ospiti sono risultati negativi al tampone e sono quindi stati trasferiti in un’altra struttura sanitaria dove ci sono 60 anziani. Attualmente mancherebbero i risultati di pochi tamponi non ancora processati. Colgo l'occasione - conclude Vantaggiato - per ribadire che gli operatori risultati positivi sono persone che hanno contratto il virus svolgendo il proprio lavoro con passione e tanto cuore».

Gli ultimi due decessi risalgono all’altra notte. È morta anche una centenaria di Galatina che, nelle ultime ore, era stata al centro di un trasferimento con giallo. Sabato scorso, infatti, sarebbe stata comunicata alla famiglia il trasferimento dalla struttura di Soleto al reparto infettivi dell’ospedale «Vito Fazzi». Qualche giorno dopo i parenti sarebbero stati informati che c’era stato un errore e che l’anziana non era mai stata trasferita dalla Rsa al Fazzi. L’altra sera, poi, c’è stato il tragico epilogo con la morte dell’anziana.
Sempre nella struttura, poi, ci sono undici operatori risultati positivi.
Infine si attendono le conclusioni della relazione dell’Asl e del medico nominato coordinatore della struttura, il dottore Silverio Marchello: toccherà a lui fare il punto sulle condizioni in cui sono stati trovati gli ospiti e la Rsa.
Nelle ultime ore c’è stato il trasferimento di decine di anziani dal Centro anziani «La fontanella». Spostamenti che hanno fatto diminuire drasticamente il numero degli assistiti ancora presenti all'interno. I presenti fino a ieri mattina erano circa cinquanta, tutti positivi al test del Covid-19 e regolarmente assistiti dal personale sanitario presente. Finora le loro condizioni di salute consentono l'assistenza nel Centro.

Intanto sulla questione è intervento Paolo Pellegrino, capogruppo in consiglio regionale di Italia in Comune, che sollecita un «un piano per trasferire gli ospiti delle Rsa, risultati positivi, in ospedali post-covid 19. Lo si deve fare - dice il consigliere regionale Pellegrino - per spezzare le catene di contagio. Chiedere invece alle strutture - molte delle quali già in carenza sia di spazio e sia di personale - di provvedere all’isolamento di ogni singolo caso, risulta spesso difficile e poco gestibile. Creando di fatto i presupposti per un forte rischio di contagio, che ho più volte paventato. E infatti in queste ore ci troviamo in Rssa, residenze e case di riposo “piombate” nella più totale emergenza, tra decessi e nuovi casi, anche tra gli stessi operatori. Penso all’ormai drammatica situazione di Soleto, ma anche a quelle di Noicattaro e di Bari città».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie