Lunedì 11 Novembre 2019 | 21:10

NEWS DALLA SEZIONE

idee in cucina
Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

 
per futili motivi
Lecce, rissa con accoltellamento nel cuore della movida: ferito un 27enne

Lecce, rissa con accoltellamento nel cuore della movida: ferito un 27enne

 
nel salento
Grandinata record a Parabita, Coldiretti: «Danni ingenti»

Grandinata record a Parabita, Coldiretti: «Danni ingenti»

 
entrambe in ospedale
Incidenti all'alba in Salento: 25enne si schianta contro un muro, 35enne estratta da auto accartocciata

Incidenti in Salento: 25enne si schianta contro un muro, 35enne estratta da auto accartocciata

 
L'inchiesta
Lauree fasulle e truffe: ex vicesindaco di Gallipoli nei guai

Lauree fasulle e truffe: ex vicesindaco di Gallipoli nei guai

 
a Leverano (Le)
Xylella, ministro Bellanova annuncia protocollo d'intesa per reimpianti

Xylella, ministro Bellanova annuncia protocollo d'intesa per reimpianti

 
a Corigliano
«Danzare la Terra»: Tarantarte firma un weekend di note e balli

«Danzare la Terra»: Tarantarte firma un weekend di note e balli

 
Il Twiga
Otranto, abusi per beach club per vip: chiesto processo per 3

Otranto, abusi per beach club per vip: chiesto processo per 3

 
la classifica
Lecce, le scuole migliori sono in provincia

Lecce, le scuole migliori sono in provincia

 
L'iniziativa
La Cgil di Lecce chiede la cittadinanza onoraria per Liliana SegreDopo post offensivi si dimette dirigente Fdi di Foggia

La Cgil di Lecce chiede la cittadinanza onoraria per Liliana Segre. Dopo post offensivi si dimette dirigente Fdi di Foggia

 

Il Biancorosso

dopo il derby
Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il passo»

Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il passo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaOmicidio
Faida garganico, boss Ricucci ucciso a fucilate sotto a casa a Monte S. Angelo

Mafia garganica, boss Ricucci ucciso a fucilate sotto a casa a Monte S. Angelo

 
BariPuglia
Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

 
MateraAllerta meteo
Maltempo, sindaco Matera ordina chiusura scuole martedì

Maltempo, sindaco Matera ordina chiusura scuole martedì

 
Tarantonel Tarantino
Grottaglie, in aeroporto trovato ordigno bellico inesploso

Grottaglie, in aeroporto trovato ordigno bellico inesploso

 
Lecceidee in cucina
Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

 
BatLa denuncia
Andria, è allarme furti in ospedale

Andria, è allarme furti in ospedale

 
Brindisiil cantiere
Brindisi, ordigno bellico durante lavori al multisala: piano evacuazione per 50mila persone

Brindisi, ordigno bellico durante lavori al multisala: piano evacuazione per 50mila persone

 
Potenzail rapporto
Fabbisogni standard: Basilicata tra gli ultimi

Fabbisogni standard: Basilicata tra gli ultimi

 

i più letti

L'intesa

Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

Covisian, colosso subentrato nella importante commessa, ha infatti garantito il passaggio dei lavoratori a partire dal 1° novembre prossimo

Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

Call&call, salvi 423 posti di lavoro a Casarano grazie alla clausola sociale. I sindacati Slc, Fistel e Uilcom hanno raggiunto, a Roma, un accordo che garantisce continuità e diritti ai lavoratori impegnati sulla commessa Enel Mercato Libero nel call center Call&Call di Casarano. Tutti e 423 i lavoratori, infatti, conserveranno il posto grazie all’applicazione della clausola di salvaguardia sociale. Covisian, colosso subentrato nella importante commessa, ha infatti garantito il passaggio dei lavoratori a partire dal 1° novembre prossimo.

L’accordo, si diceva, è stato raggiunto, ieri, a Roma, dopo un lungo e proficuo confronto, e riguarda l’applicazione della clausola sociale in seguito al cambio di appalto. L’intera forza lavoro impegnata su Enel Mercato Libero passerà da Call&Call a Covisian.

L’importante traguardo è annunciato da Tommaso Moscara (Slc Cgil), Gianni Bramato (Fistel Cisl) e Ennemesia Cazzetta (Uilcom Uil), congiuntamente alla Rappresentanza sindacale unitaria dell’azienda.

I sindacalisti sottolineano l’importante risultato conseguito, che ha portato alla salvaguardia di 423 lavoratori. I dipendenti passati in Covisian mantengono infatti l’«Articolo 18», gli scatti di livello, l’anzianità di servizio, il monte ore individuale. E il posto di lavoro vicino all’abituale sede di lavoro, sempre nella zona industriale di Casarano.

Secondo Moscara, Bramato e Cazzetta, «la clausola sociale è stata una vera e propria conquista per il mondo dei call center. Nel tempo, mantenendo i lavoratori legati alle commesse, sarà possibile riqualificare un settore che per molti anni è stato in sofferenza anche a causa dalle gare al massimo ribasso, con effetti negativi sul costo del lavoro e sui lavoratori».

I lavoratori di Call&Call passeranno in Covisian dal prossimo 1° novembre, mantenendo perciò saldo il perimetro dei diritti acquisiti negli anni e continuando a svolgere la medesima attività per lo stesso committente, Enel Mercato Libero appunto.
Un risultato importante, nel quadro dell’occupazione salentina, afflitta da ripetute vertenze lavorative e situazioni critiche che hanno procurato gravi difficoltà a migliaia di famiglie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie