a Melpignano

Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

«Pensavo di aver visto tutto, invece c'è sempre qualcosa da imparare. Sono davvero contento di essere stato chiamato a rappresentare il mio genere a questo grande evento» ha detto il rapper milanese

Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

LECCE - «Il rap, nonostante sia apparentemente un mondo lontano dalla pizzica, è storicamente una musica pop, quindi popolare in quanto musica di strada. E' un ritmo che nasce nelle periferie, coinvolge i giovani, è un racconto della vita. Per questo i punti di contatto con la pizzica e con la musica popolare in genere sono tanti». Lo ha detto il rapper milanese Gué Pequeno, che salirà sul palco del Concertone di Melpignano del 24 agosto. Ieri Gué Pequeno ha provato a Zollino con i musicisti dell’Orchestra Popolare La Notte della Taranta. Interpreterà con il suo stile rap tre brani della tradizione salentina, tra i quali una pizzica di Corigliano.

«Pensavo di aver visto tutto, invece c'è sempre qualcosa da imparare. Sono davvero contento di essere stato chiamato a rappresentare il mio genere a questo grande evento» ha detto il rapper milanese, che si aspetta che La Notte della Taranta «sia un grande festa nella quale l’importante è che la gente si diverta e stia bene e questo lo fanno sia il rap che la pizzica». Gué Pequeno ha inoltre rivelato di «capire bene il dialetto salentino», per aver trascorso buona parte della sua adolescenza in Salento, ma «evito di parlarlo - ha detto - per non sbagliare la pronuncia».

La Gazzetta del Mezzogiorno.it