Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 09:19

NEWS DALLA SEZIONE

A Guangzhou
«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 
Lontano almeno 300 metri
Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: mi tradisce

Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: «Mi tradisce»

 
nel Leccese
Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

 
Il progetto non decolla
Monteroni, stop all'università islamica: il Tar dà ragione al comune

Monteroni di Lecce, l'università islamica non si farà: il Tar dà ragione al comune

 
Il gasdotto
Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

 
La nomina
Lecce, dopo le dimissioni di Salvemini nominato commissario ex prefetto Sodano

Lecce, dopo dimissioni di Salvemini nominato commissario: è l'ex prefetto Sodano

 
12 e 13 gennaio
BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

 
L'incidente
Scontro sulla statale 275, muore58enne, coppia salvata dal rogo

Scontro sulla statale 275, muore
58enne, coppia salvata dal rogo

 
Nel leccese
Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

 
Nel leccese
Investito dalla nipote che giocava a guidare la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

Investito dalla nipote che guidava la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

 

palazzo carafa

Lecce, Finamore «scarica» Salvemini: «Voto a maggio»

A gennaio ci sarà la resa dei conti: «La manovra va cambiata sull’accesso al fondo di rotazione». E sulle urne: «Il centrodestra si riorganizzerà per tornare a vincere».

Lecce, Finamore «scarica»Salvemini: «Si vota a maggio»

LECCE - «Si tornerà a votare in primavera: mai più con Salvemini».Parola di Antonio Finamore, capogruppo di «Prima Lecce», da cui dipendono le sorti dell’attuale Amministrazione di palazzo Carafa. Proprio grazie al suo voto e a quelli delle colleghe Laura Calò e Paola Gigante, il sindaco Carlo Salvemini ha potuto restare al timone del Comune di Lecce, anche dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha assegnato la maggioranza al centrodestra. Ma il «Patto per la città», siglato nel marzo scorso, sembra ormai archiviato.

«Col sindaco Salvemini e col vicesindaco Alessandro Delli Noci ci siamo visti stamattina (ieri mattina), alla presentazione del calendario della Quarta Caffè - dice Finamore - Ci siamo salutati cordialmente, perché un conto sono le questioni politico e un altro i rapporti umani».
Perché ormai i rapporti all’interno della maggioranza (o «presunta tale», per usare le parole dello stesso primo cittadino) sono sempre più tesi. «Hanno pagato ai lavoratori Lupiae la mensilità di novembre e la tredicesima, dov'è la notizia clamorosa? - ha chiesto Finamore, l’altro ieri - Sono soldi dei lavoratori che già da tempo dovevano essere versati ai dipendenti, e ricordiamo che all'appello manca il mese di ottobre. Un clamoroso autogol "cari" amici del centrosinistra».
Ma nel mirino del capogruppo di «Prima Lecce» non c’era il sindaco Salvemini, che aveva annunciato il versamento di 950mila euro nella casse della partecipata. «No, mi riferivo ad Antonio Rotundo che - precisa Finamore - vive a palazzo Carafa, ma conosce poco quello che succede fuori. Quelli sono soldi conquistati con il lavoro, non una gentile concessione. Non perché voglia prendermi meriti, ma sulla Lupiae, come sui commercianti di piazza Libertini, noi siamo stati un baluardo. Senza di noi, non so come sarebbe andata a finire. Finché io potrò dire la mia, nessuno dovrà perdere il suo posto di lavoro. Su questo il sindaco in noi ha trovato sempre un muro. Allo stesso modo, se fossero stati trasferiti a Settelacquare, i commercianti avrebbero finito di lavorare».

Ora, prima delle festività, ci sarà un nuovo consiglio comunale, ma i numeri non dovrebbero essere a rischio, anche perché saranno esaminate, per lo più, mozioni e interpellanze.
Ma a gennaio sarà resa dei conti. Entro il 9 gennaio dovrà essere approvata e trasmessa al Ministero e alla Corte dei Conti la manovra di riequilibrio pluriennale per tappare il buco da circa 30 milioni di euro in bilancio. «Intanto si dovrà cambiare la manovra di riequilibrio pluriennale - chiarisce Finamore - Come? Basterebbe aggiustare la questione dell’accesso al fondo di rotazione, che ovviamente finisce per danneggiare i dipendenti del Comune».
Ma si guarda già oltre, al dopo. «Da come si sono messe le cose, credo proprio che si voterà a maggio - dice il capogruppo di Prima Lecce - E penso che neppure a Salvemini convenga andare avanti così. Poi, se si ripresenterà e avrà la fortuna di rifare il sindaco, ma ne dubito, faranno loro con la loro maggioranza. Noi di sicuro non staremo più con lui. C’è tempo per il centrodestra di riorganizzarsi e vincere. Quanto a me - conclude Finamore - posso anche non ripresentarmi. Mi piacerebbe che fossero tutti giovani a governare la città».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400