Venerdì 17 Settembre 2021 | 09:22

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Una delle 4 copie

Unisalento: nelle teche arriva Costituzione originale

Le teche dell'ateneo dell'Università di Lecce custodiranno le pagine della Costituzione italiana

Unisalento: nelle teche arriva Costituzione originale

Uno dei quattro preziosissimi originali della Costituzione italiana sarà donato e materialmente consegnato oggi, alle 15.30, nell’aula magna del Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università del Salento alla presenza del presidente della Corte costituzionale, Giorgio Lattanzi.
L’evento, di portata nazionale, è stato reso possibile grazie alla generosità della famiglia Grassi, che lo scorso febbraio ha donato al Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università del Salento e al Centro studi giuridici “Michele De Pietro” l’intera biblioteca privata dello statista salentino Giuseppe Grassi: 7.556 volumi, testi antichi di natura giuridica, letteraria, scientifica, medica, storico-geografica di grande valore.


Tra essi brilla uno dei quattro esemplari originali della Costituzione italiana.
Il ministro della Giustizia Giuseppe Grassi fu infatti – assieme ad Alcide De Gasperi, Umberto Terracini ed Enrico De Nicola – uno dei firmatari della nostra Carta costituzionale.
L’evento cade proprio nell’anno in cui la Costituzione italiana compie settant’anni; lo stesso anniversario lo celebra la Corte d’appello salentina.
A siglare, lo scorso febbraio, l’atto notarile di donazione furono Fabio Grassi, nipote dello statista, l’avvocato Pasquale Corleto, presidente del Centro studi “De Pietro” e la Direttrice del Dipartimento, Manolita Francesca .

Alla cerimonia di consegna dell’Esemplare Grassi seguiranno i lavori del convegno su “Attuazione e attualità della Costituzione”, la cui organizzazione si è avvalsa di un comitato scientifico composto dai docenti Giulio De Simone, Pier Luigi Portaluri, Vincenzo Tondi Della Mura.
Il convegno sarà presieduto dal presidente della Corte costituzionale.
Dopo i saluti istituzionali di Vincenzo Zara, rettore dell’Università del Salento; Roberto Tanisi, presidente della Corte d’appello di Lecce; Manolita Francesca, direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche; Roberta Altavilla, presidente dell’Ordine degli Avvocati; Pasquale Corleto, presidente del Centro studi “Michele De Pietro”; Maurizio Saso, presidente dell’Anm. Il professor Giancarlo Vallone ricorderà le figure di Giuseppe e Fabio Grassi.


Le relazioni saranno svolte da Domenico Carcano, primo presidente aggiunto della Corte di Cassazione; Ugo De Siervo, presidente emerito della Corte costituzionale; Giovanni Maria Flick, presidente emerito della Corte costituzionale; Pietro Perlingeri, professore emerito di diritto civile.
La Costituzione della Repubblica Italiana è la legge fondamentale dello Stato italiano e occupa il vertice della gerarchia delle fonti nell'ordinamento giuridico della Repubblica. Essa è considerata una costituzione scritta, rigida, lunga, votata, compromissoria, laica, democratica e programmatica.
Approvata dall'Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947 e promulgata dal capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola il 27 dicembre seguente, fu pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 298, edizione straordinaria, dello stesso giorno, ed entrò in vigore il 1º gennaio 1948. Consta di 139 articoli (anche se sono stati abrogati gli articoli 115, 124, 128, 129, 130) e di 18 disposizioni transitorie e finali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie