Sabato 25 Settembre 2021 | 03:02

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

All'ospedale Fazzi

Lecce, inaugurata sala prelievi a colori: un posto a misura di bimbi

Si chiama «sala prelievi di tenerezza» ed è stata interamente finanziata dall'associazione "Cuore e mani aperte verso chi soffre" di don Gianni Mattia

Lecce, inaugurata sala prelievi a colori: un posto a misura di bimbi

LECCE - Nel Polo Oncologico del Vito Fazzi di Lecce è stata inaugurata, in mattinata, la 'Sala prelievi a colori' riservata ai piccoli pazienti, all’interno del Laboratorio Analisi. Non più dolore ma solo tanto colore negli occhi dei bambini. Colori che (come mostra la foto) richiamano un habitat marino, rilassante e rassicurante, assieme a immagini di delfini, pesci e tanti altri abitanti di un ambiente finalmente “amico” e per questo denominato “prelievi di tenerezza”. Fare un prelievo di sangue, insomma, da oggi sarà un’esperienza nuova, meno traumatica e stressante per piccoli e genitori realizzando di fatto, un ospedale sempre più a misura di bambino. 

La sala è il frutto della donazione dell’Associazione “Cuore e mani aperte verso chi soffre” ONLUS, da anni impegnata nella umanizzazione delle cure e degli spazi ospedalieri, affidata alla benedizione dell’Arcivescovo Metropolita di Lecce, Mons. Michele Seccia, durante una breve ma partecipata cerimonia alla quale sono intervenuti il Direttore Generale ASL Lecce Ottavio Narracci, il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, il direttore dell’Unità Operativa di Pediatria Pietro Caprio e il direttore U.O. di Patologia clinica Giambattista Lobreglio.

«Oggi – ha detto il Direttore Generale Asl Lecce, Ottavio Narracci – aggiungiamo un altro tassello nel percorso continuo di miglioramento della qualità e dell’umanizzazione della macchina assistenziale che soprattutto per i bambini, i quali rappresentano l’utenza più sensibile e delicata, esige uno sforzo importante da parte di chi si occupa di organizzare i servizi sanitari. Migliorare i livelli di assistenza e rendere gli ambienti di cura più simili possibile agli ambienti di vita è un compito morale per la ASL e interpreta anche lo sforzo che il nostro personale sanitario compie quotidianamente per garantire a tutti, ma in particolare ai bambini, una cura che sia ispirata al rispetto della persona».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie