Giovedì 16 Settembre 2021 | 18:01

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La storia

A 13 anni scappa dal Trentino in bici per andare in vacanza in Puglia: i sindaci lo ospitano

Valerio, di Lavarone (Tn) coronerà il suo sogno e trascorrerà sei giorni fra escursioni e mare a costo zero

Torre dell'Orso, ragazzina denuncia«Violentata da due extracomunitari»

La fuga di Valerio intenerisce sindaci e strutture ricettive. E scatta la gara di ospitalità. Qualche giorno fa il ragazzino, 13 anni, si è allontanato dalla sua abitazione di Lavarone (in provincia di Trento) perché aveva un sogno: quello di fare un bagno nelle acque pugliesi. Con la sua mountain bike e il suo zainetto arancione sulle spalle ha percorso 130 chilometri in 30 ore: è stato ritrovato a Badia Polesine, in Veneto, stanco ma ancora con la voglia di raggiungere il mare.
A fare da cassa di risonanza alla vicenda è stata la scrittrice Catena Fiorello, con un post sulla sua pagina Facebook: «Se non fosse per la paura che hanno provato i suoi genitori, ci sarebbe da definire questa storia solo con una parola, romantica. Lo immagino, mentre pedala rincorrendo il suo sogno. E se fossi un sindaco di un qualunque posto di mare pugliese (ma anche dell’entroterra), inviterei lui e la sua famiglia a trascorrere una settimana nel suo paese».
Detto, fatto. In tanti hanno accolto l’appello della scrittrice siciliana e si sono messi a disposizione. Il sindaco di Lizzanello, Fulvio Pedone e la sua consigliera alla Cultura Paola Buttazzo hanno telefonato al sindaco di Lavarone, Isacco Corradi: «Abbiamo predisposto il progetto “Lizzanello insegue i sogni” per la famiglia del giovane sognatore, mettendo a loro disposizione una barca a vela che salperà da Gallipoli e navigherà verso Leuca per poi approdare a San Foca, con sosta a Otranto. La famiglia sarà ospite per 6 giorni. Saranno coinvolti i sindaci dei porti interessati e il presidente della Provincia: sarà una festa del Salento». Anche il sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva, ha scritto al primo cittadino del comune trentino: «Vogliamo esaudire il sogno di Valerio, intendiamo ospitare lui e la sua famiglia nella nostra città. Mi auguro che la richiesta venga accolta e di vedere il piccolo Valerio nella nostra Gallipoli, terra di accoglienza e di ospitalità». Da Racale, il titolare dell’hotel «ViaMonti», Matteo Errico, si è messo a disposizione di Valerio e della sua famiglia. L’iniziativa è stata subito appoggiata dal sindaco, Donato Metallo, che su Facebook ha ringraziato il titolare dell’albergo, e dalla presidente del consiglio comunale, Annamaria Errico, che ha scritto a Catena Fiorello per comunicare la disponibilità della struttura ricettiva. «Noi comunità di Racale - sono le parole del sindaco - ci siamo, Valerio ti aspettiamo a “bracciate” aperte».
Appello accolto anche da tanti privati e da numerose aziende ricettive. L’agenzia «Perle di Puglia» di Casarano, per esempio, ha messo a disposizione una villa sul mare. Anche i titolari delle strutture «La torre nel borgo» di Borgagne e «Villa Lalla» di Novoli si sono detti pronti a ospitare il 13enne e la sua famiglia. Tante pure le offerte dalle altre provincie pugliesi e dalla Sicilia. Insomma, per coronare il suo sogno, Valerio ora ha solo l’imbarazzo della scelta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie