Venerdì 24 Gennaio 2020 | 20:25

NEWS DALLA SEZIONE

Giornata della Memoria
Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

 
l'indagine
Si fingeva grande chef e molestava studentesse: 23enne salentino arrestato a Roma

Si fingeva grande chef e molestava studentesse: 23enne salentino arrestato a Roma

 
nel Leccese
Nardò, 91enne trovata a casa nel sangue, muore in ospedale: è giallo

Nardò, 91enne trovata a casa nel sangue, muore in ospedale: è giallo

 
L'annuncio
«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

 
L'operazione
Puglia, mafia e gioco d'azzardo, arrestati componenti della Sacra corona unita

Puglia, mafia e gioco d'azzardo, arrestati componenti della Sacra corona unita (VIDEO)

 
l'appuntamento
«Something», i Beatles e il loro 1969: a Lecce il libro di Donato Zoppo

«Something», i Beatles e il loro 1969: a Lecce il libro di Donato Zoppo

 
nel leccese
Taviano, cinema proietta film con sottotitoli per bimbo non udente: il «grazie» di una mamma

Taviano, cinema proietta film con sottotitoli per bimbo non udente: il «grazie» di una mamma

 
la decisione
Scuola, pioggia di fondi in arrivo in Salento: oltre 7 milioni

Scuola, pioggia di fondi in arrivo in Salento: oltre 7 milioni

 
Giustizia svenduta
Pm arrestati, per la Procura: «Imprenditore Introno è attendibile»

Pm arrestati, per la Procura: «Imprenditore D'Introno è attendibile»

 
Lotta per la sopravvivenza
Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

 
Il caso
Taviano, lui muore in casa: la moglie malata, bloccata a letto, resta sola per ore

Taviano, anziano muore in casa per malore: la moglie, allettata, resta sola per ore

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'incidente
Orta Nova, auto tampona mezzo pesante: un morto e un ferito

Orta Nova, auto tampona mezzo pesante: un morto e un ferito

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

 
PotenzaProduzione
Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

 
BariLavoro
Bari, il 31 gennaio sciopero e sit-in dei lavoratori Arif

Bari, il 31 gennaio sciopero e sit-in dei lavoratori Arif

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 
LecceGiornata della Memoria
Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

 
BrindisiL'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 

i più letti

Palazzo Carafa

Conti in profondo rosso
Salvemini vola a Roma

La crisi politico-amministrativa Malumori nella maggioranza: «Fa tutto da solo, cambi rotta»

 Conti in profondo rosso Salvemini vola a Roma

Fabio Casilli

La dettagliata relazione su entrate e uscite «reali» delle casse comunali potrebbe essere già stamattina sul tavolo del sindaco Carlo Salvemini. Che ieri si è allontanato da qualche mal di pancia interno alla sua maggioranza ed è volato a Roma, per un giro tra i ministeri interessati, allo scopo di capire quali margini di manovra consentono leggi e disposizioni in genere sui conti in rosso di palazzo Carafa. Il Comune spende più di quello che incassa. E lo stesso fa la sua principale società partecipata, la Lupiae Servizi, che ha chiuso il 2017 con una perdita di un milione e 372.668 euro.

Si cerca quindi una soluzione che riesca a tenere insieme il riequilibrio del bilancio municipale e la salvaguardia dei posti di lavoro della partecipata. Su cui si gioca, oltre alla partita contabile, anche quella politica. «Il sindaco salvi la Lupiae o non ha più ragion d’essere la nostra permanenza nella maggioranza», hanno più volte ripetuto i tre consiglieri di «Prima Lecce» Antonio Finamore, Laura Calò e Paola Gigante, pronti a tornare tra le file del centrodestra e tra le braccia del senatore della Lega Roberto Marti.

Coi primi dati che girano a palazzo, oggetto della relazione che stanno predisponendo i dirigenti Salvatore Laudisa (Bilancio), Emanuela Carratta (Tributi) e i funzionari Fernando Maggiore e Diego Mazzotta, si parla di numeri da dissesto o, se dovesse andar bene, da pre-dissesto. Nella capitale, pare accompagnato dall’onorevole Francesco Boccia, deputato del Pd e super esperto di bilanci, Salvemini ha illustrato quei numeri e cercato consigli sulle strade da percorrere. Di sicuro, non ha intenzione di dichiarare il dissesto, ovvero il fallimento del Comune, con tutto quello che comporterebbe: servizi ridotti all’osso, tasse al massimo ed eliminazione di premi di risultato e salari accessori per dirigenti e dipendenti comunali. Per non parlare della Lupiae che, col dissesto, finirebbe di esistere con tutti i suoi 276 lavoratori. Ecco perché sarebbe allo studio un Piano di risanamento dei conti che, tra tagli e sacrifici, consentirebbe di spalmare su circa trent’anni la copertura dei debiti di palazzo Carafa.

Come ogni mercoledì, anche per oggi, a mezzogiorno, Salvemini ha convocato la sua Giunta, alla quale illustrerà le sue intenzioni e i risultati degli incontri avuti a Roma. Dopodiché potrebbe essere convocata una nuova riunione di maggioranza dopo quella di giovedì scorso, abbastanza accesa, all’hotel Leone di Messapia sulla Lecce-Cavallino.

A quell’incontro Finamore, Calò e Gigante non hanno partecipato. «Finora Salvemini ha tenuto le carte coperte e si è confrontato soprattutto con gli uffici del Comune», dice un esponente del centrosinistra allargato all’area di Alessandro Delli Noci. «Ora - prosegue il consigliere della maggioranza, che chiede di restare anonimo - il sindaco deve cambiare rotta e non fare tutto da solo o sarà rottura», spiega il consigliere della maggioranza. Non proprio un clima idilliaco, insomma. Entro la metà di questo mese si andrà in Consiglio con l’incognita dei numeri per la salvaguardia degli equilibri di bilancio: se la delibera non passa, si andrà dritti al commissariamento del Comune. E contemporaneamente si dovranno fornire risposte concrete ai pesanti rilievi mossi dalla Corte dei Conti al bilancio di palazzo Carafa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie