Mercoledì 22 Settembre 2021 | 16:22

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

A Porto Cesareo

Litiga con il vicino e spara contro la sua abitazione: fermato

Un bisticcio per ragioni ancora da chiarire è finito a pistolettate. Non ci sono feriti

Sarà stato il caldo afoso, oppure un eccesso di ira, a trasformare una tranquilla domenica di vacanza, in una tragedia sfiorata.
È accaduto tutto ieri sera, a Porto Cesareo, in pieno centro abitato dove, una lite tra vicini, è degenerata nell’esplosione di una serie di colpi di pistola. Per fortuna non ci sono feriti.
Un uomo è stato fermato è condotto presso gli uffici del commissariato di polizia di Nardò. La sua posizione è al vaglio degli investigatori che sono in contatto con il pubblico ministero di turno. Così come la definizione esatta dei contorni della vicenda.
Di sicuro, al momento, si sa che tra due residenti che abitano in via Sant’Angelo, nella marina ionica, ieri pomeriggio intorno alle cinque è scoppiata una lite. Dissidi verbali. Sempre più aspri, parole sempre più pesanti, accuse violente. Le ragioni dello scontro ancora non sono chiare. Quando i due sono entrati all’interno delle rispettive abitazioni però, è accaduto il peggio.
C.T., residente a Porto Cesareo ma originario di un comune vicino, è uscito di casa come una furia, impugnava una pistola, non si sa ancora se detenuta o meno legalmente, ed ha premuto più volte il grilletto. Ha esploso una serie di colpi di pistola contro la porta di casa del vicino, M.P., pure luigi del posto.
La raffica di colpi è stata udita da tutti nella zona, vicini e dai passanti. Ed ha creato un fuggifuggi generale e la paura tutti intorno.
Poco dopo il destinatario della singolare messaggio, ha lanciato l’allarme chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine.
In via Sant’Angelo, poco dopo, è intervenuta una pattuglia del commissariato di Nardò che hanno avviato le indagini del caso.
Il presunto autore è stato rintracciato qualche minuto più tardi e condotto in caserma. È stato a lungo ascoltato così come la vittima, la sua posizione sarà definita in mattinata.
I poliziotti hanno anche recuperato l’arma dalla quale sono stati esplosi i colpi, si tratta di una pistola 9x21, sulla quale, probabilmente, il magistrato disporrà una perizia.
Sul posto sono intervenuti anche gli esperti della polizia scientifica per i rilievi e per il sequestro dei bossoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie