Sabato 25 Maggio 2019 | 15:46

NEWS DALLA SEZIONE

Dopo un raid
Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

 
L'incidente
Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

 
L'episodio domenica scorsa
Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

 
Melendugno
Tap, su tracciato nuovo progetto spuntano coralli: verifiche

Tap, su tracciato nuovo progetto spuntano coralli: verifiche

 
Orrore nel Leccese
Salento, a 5 anni violentato e bruciato con sigarette. Indagati padre e zio

Salento, a 5 anni violentato e bruciato con sigarette. Indagati padre e zio

 
Senza lavoro
Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

 
È in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
L'omicidio nel 2017
Omicidio Noemi, troppe udienze: slitta Appello per ex fidanzato

Omicidio Noemi, troppe udienze: slitta Appello per ex fidanzato

 
Ingenti danni
Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

 
La protesta
«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

I cori contro Salvini: a Lecce «Fascista!» e a Bari: «Vaff...»

 
La visita
Salvini a Lecce, striscione: «Benvenuto in terra accoglienza». Firmerà patto sicurezza urbana con Emiliano

Salvini a Lecce: «Benvenuto in terra accoglienza». Ma non mancano le proteste VIDEO

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
LecceDopo un raid
Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

 
BrindisiUn 48enne
Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

 
MateraImpianto Intrec
Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

 
TarantoDai carabinieri
Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

 
BariL'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 

i più letti

Salvemini spinge il filobus
«Più corse, meno costi»

Approvato il Piano industriale: quasi 4 milioni di spese all’anno

Salvemini spinge il filobus «Più corse, meno costi»

Quasi 4 milioni di euro l’anno tra costi di esercizio e costi di gestione. Per la precisione, mandare in giro dieci mezzi (più due di riserva) del filobus costa 3 milioni e 927.182 euro. Il dato risulta dal Piano industriale dell’Esercizio filoviario approvato dalla Giunta di palazzo Carafa. Rispetto a tre possibili opzioni, il documento, trasmesso alla Regione Puglia e alla Provincia di Lecce nell'ambito delle osservazioni al piano dei trasporti di bacino, sollecita il riconoscimento dei costi del servizio, quantificati in 5,63 euro a chilometro percorso (contro i 7,7 euro/km attuali) per 496.577 Km/vettura (contro i 249.291 km attuali).

«Ciò comporterà la messa in esercizio della più importante opera di trasporto pubblico cittadina con un numero di vetture adeguato (10 più 2 di riserva), in grado di garantire sui percorsi stabiliti le necessarie frequenze di passaggio dei mezzi dalle fermate cittadine - spiega il sindaco Carlo Salvemini - Con il riconoscimento di questo Piano industriale avremmo maggiori corse, frequenze più intense, minori oneri nella gestione (più chilometri finanziati consentono di risparmiare)».

Più di qualcuno, magari, ora storcerà il naso, ricordando come il progressivo smantellamento del filobus fu proprio un cavallo di battaglia di Salvemini, nella campagna elettorale delle Comunali dello scorso anno. «Il 5 ottobre scorso - in una conferenza stampa alla città - precisai "fino alla scadenza del mutuo che il Ministero ha contratto per finanziare la realizzazione del filobus il comune non dispone della proprietà dell'opera e quindi non può deciderne liberamente cosa farne”», ha ricordato ieri il primo cittadino di Lecce.

Il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture ha rinegoziato il proprio mutuo, che ora scadrà nel 2035. «Questo significa che la città sarebbe teoricamente costretta a subire fino a quella data – ossia per altri 18 anni – il fallimentare sistema filoviario - ha rincarato la dose Salvemini - Questo significa che la città può teoricamente e senza danno interrompere il servizio, può vendere i mezzi, ma è impedita dal rimuovere pari e fili. Può disinnescare il software, ma non può toccare l’hardware. Abbiamo davanti due strade: fermare il filobus, senza poter rimuovere l’infrastruttura di pali e fili, condannandoci dunque ad assistere al suo deterioramento; provare a rendere funzionale il filobus, assicurando percorrenze adeguate e una frequenza di passaggio dei mezzi che consenta ai leccesi di cominciare utilizzarlo; per farlo bisogna in premessa intervenire su due leve: adeguamento dei chilometri riconosciuti sui servizi minimi del Tpl che sono inferiori di almeno un milione di chilometri rispetto alle necessità di Lecce; adeguamento del corrispettivo chilometrico per il servizio filoviario in assenza del quale la gestione ordinaria diviene insostenibile». Quel Piano industriale, per Salvemini, parte da queste considerazioni. «Sulla base di queste - conclude il sindaco - chiediamo ora alla Provincia di inserirle nel Piano di Bacino del trasporto pubblico locale e alla Regione di finanziare l’esercizio del filobus».[f.cas.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400