Venerdì 20 Settembre 2019 | 18:34

NEWS DALLA SEZIONE

UN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
PotenzaLe assunzioni
Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

 
FoggiaFinanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
LecceUN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

 
TarantoIl Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
BatL'inchiesta
Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzina

Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzine

 

i più letti

Guardia medica

Taviano, ritorna l'aggressore del tentato stupro dottoressa

Tutto è avvenuto nella tarda mattinata di martedì, l’uomo di Racale si è presentato fuori dall’ambulatorio

Indennità guardie mediche citazioni a giudizio in arrivo

TAVIANO - Nonostante la denuncia per tentata violenza sessuale, si presenta nuovamente nell’ambulatorio del medico di guardia di Taviano. E la dottoressa - la stessa già vittima delle sue “attenzioni” - chiama in supporto una guardia giurata, che vicino all’ingresso trova un preservativo usato.
Tutto è avvenuto nella tarda mattinata di martedì. Poco prima delle 11, l’uomo (un 43enne di Racale) si è presentato fuori dall’ambulatorio e - stando al racconto che il medico ha fatto alla guardia giurata - ha tentato di entrare nello studio, inserendo una mano nella grata posta a protezione della porta. La dottoressa, naturalmente, non ha aperto, ma ha chiesto l’intervento dell’istituto di vigilanza «La Folgore». Dopo pochi minuti è giunto un vigilante, che ha fatto entrare l’uomo nell’ambulatorio e lo ha fatto sottoporre alla visita, in sua presenza. Il paziente si sarebbe mostrato leggermente nervoso, ma avrebbe comunque mantenuto un atteggiamento corretto. Vicino all’uscita dell’ambulatorio, poi, il vigilante ha notato la presenza, sul pavimento, di un preservativo usato che né lui, né la dottoressa avevano visto prima.

L’uomo, si diceva, è già stato denunciato per un tentativo di violenza avvenuto due mesi fa. Stando agli elementi raccolti allora dai carabinieri, il 3 marzo chiese l’intervento domiciliare del medico e, dopo aver tentato di baciare la dottoressa, si abbassò i pantaloni, mostrando i genitali. Il 7 marzo, poi, l’uomo si presentò in ambulatorio, suonando insistentemente nel tentativo di farsi aprire la porta e costringendo la dottoressa di turno (una collega del medico vittima del tentativo di violenza) a chiamare i carabinieri. Da lì le indagini, che dopo qualche giorno portarono alla denuncia a piede libero per il 42enne.

L’episodio di martedì, ora, riaccende i riflettori sulla mancanza di sicurezza negli ambulatori di guardia. «Si tratta - commenta il presidente dell’Ordine dei medici, il dottor Donato De Giorgi - di un episodio che, in sé, non ha grande rilevanza. Ma è occasione per alcuni spunti di riflessione. Attorno agli ambulatori di guardia si aggirano persone che, per le situazioni difficili in cui vivono, dovrebbero essere prese in carico da altre strutture. Accade a Taviano, ma anche in tanti altri paesi. La Direzione generale della Asl sta facendo tanto per rendere più sicure le sedi, ma tanto altro ancora c’è da fare. Non si deve abbassare la guardia. Anche l’Ordine si sta muovendo, per esempio organizzando dei corsi di autodifesa. Ma certamente tutto questo non basta. Ci sono delle persone che vanno aiutate. Se dovesse accadere qualcosa di grave, di chi sarebbe la colpa? Solo della persona coinvolta? O anche di chi non si è preso carico della situazione?».

Per il presidente dei medici, è il ruolo del medico di guardia che deve essere interamente rivisto: «Serve una guardia medica più efficiente, utile e sicura, per garantire dignità al lavoro degli operatori e rinsaldare il legame con il territorio. Bisogna ripensare il ruolo della guardia medica». Tornando sull’episodio di martedì, poi, aggiunge: «La sede di Taviano è ben fatta. Tuttavia, l’atrio di accesso non è coperto dalle telecamere. Bisognerebbe intervenire».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie