Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 00:42

NEWS DALLA SEZIONE

A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 

Il caso

La festa «macchia»
l’anfiteatro romano

Il Comune: «Puliremo d’accordo con la Soprintendenza»

La festa «macchia» l’anfiteatro romano

«Macchie» gialle e rosse, ma anche biancastre, sui gradoni dell’anfiteatro romano, in piazza Sant’Oronzo. Risultato, ben visibile ieri, dei festeggiamenti di domenica per la promozione del Lecce in serie B. In particolare, dell’effetto dell’accensione di fumogeni coi colori della squadra di mister Liverani.

Le «grandi pulizie» da parte degli operatori della ditta Monteco sono andate avanti per diverse ore. Hanno voluto dare il loro contributo anche due fratelli-tifosi. Alla fine, hanno dato come risultato una quarantina di sacchi di spazzatura varia: cartacce, vetro, plastica. Ma ancora ieri sera, al termine delle operazioni di raccolta straordinaria, erano rimaste all’interno dell’anfiteatro romano le tracce dei fumogeni. E non sono mancate le polemiche sui social. «Nulla di grave - fanno sapere da palazzo Carafa - perché non è stata intaccata la pietra. Ma vanno fatte ulteriori verifiche per stabilire quale sia il miglior intervento di ripulitura. E bisognerà anche concordarlo con la Sovrintendenza».

Come da tradizione, infatti, anche domenica scorsa, dopo la vittoria contro la Paganese, tantissimi tifosi si sono riversati, oltre che nella fontana di piazza Mazzini, nell’anfiteatro. Che, è bene precisarlo, non è stato concesso per i festeggiamenti. Semplicemente, considerato il clima di festa, nessuno ha potuto «bloccare» l’entusiasmo dei tifosi.

«Un risultato figlio della programmazione e della ritrovata managerialità di questa società che ha saputo dare basi solide e un futuro sicuro al Lecce - dice a proposito della promozione del Lecce, il presidente della Provincia Antonio Gabellone - La vittoria, il trionfo sportivo, è sì il successo di Liverani e del suo gruppo, ma anche e soprattutto l’affermazione di un progetto nato dalla scintilla accesa da Saverio Sticchi Damiani, che nel momento più buio della storia calcistica centenaria di questo club ha saputo unire le forze di un territorio per tornare a sognare».

E arrivano anche i complimenti del consigliere regionale Erio Congedo: «La conquista della serie B e il ritorno nel calcio che conta si riveleranno un formidabile veicolo di promozione del territorio com'è stato in passato, quando i successi sportivi hanno contribuito a diffondere l’immagine dl Lecce e del Salento con riflessi anche nel contesto economico e sociale - dice Congedo - Esprimo gratitudine alla società guidata da Saverio Sticchi Damiano, al mister Liverani, alla squadra e alla tifoseria cha anche nei momenti più difficili non ha mai fatto mancare il suo sostegno». [f.cas.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400