Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 10:51

NEWS DALLA SEZIONE

A Guangzhou
«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 
Lontano almeno 300 metri
Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: mi tradisce

Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: «Mi tradisce»

 
nel Leccese
Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

 
Il progetto non decolla
Monteroni, stop all'università islamica: il Tar dà ragione al comune

Monteroni di Lecce, l'università islamica non si farà: il Tar dà ragione al comune

 
Il gasdotto
Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

 
La nomina
Lecce, dopo le dimissioni di Salvemini nominato commissario ex prefetto Sodano

Lecce, dopo dimissioni di Salvemini nominato commissario: è l'ex prefetto Sodano

 
12 e 13 gennaio
BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

 
L'incidente
Scontro sulla statale 275, muore58enne, coppia salvata dal rogo

Scontro sulla statale 275, muore
58enne, coppia salvata dal rogo

 
Nel leccese
Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

 
Nel leccese
Investito dalla nipote che giocava a guidare la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

Investito dalla nipote che guidava la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

 

lavori pubblici

Marine, piano strategico
da oltre cento milioni

Delli Noci: «San Cataldo l’anno prossimo avrà la nuova darsena»

Marine, piano strategicoda oltre cento milioni

di Emanuela Tommasi

Un piano strategico di oltre cento milioni di euro per cambiare il volto del litorale. Sta già prendendo forma, nelle stanze di Palazzo Carafa, e dovrebbe essere pronto nel giro di un mese. Lo assicura il vice sindaco, con delega ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Noci, mentre fa il punto degli interventi in corso alle marine, in vista dell’estate. «Stiamo lavorando al piano strategico di rilancio delle marine, convinti di poterlo terminare per la fine di maggio - spiega - e iniziare una procedura straordinaria di negoziazione delle risorse con la Regione Puglia che potranno cambiare realmente il volto di tutte le marine, un piano di oltre cento milioni di euro».

Intanto, il Comune sta pensando a risolvere le problematiche urgenti e contingenti. «Nei prossimi giorni, insieme con i funzionari del Lavori pubblici, andremo in tutte le marine - fa sapere Delli Noci - per verificare che non ci siano situazioni di particolare degrado, per poter eventualmente intervenire prima dell’inizio dell’estate. Invitiamo i cittadini a segnalarci situazioni di criticità e incuria. Intanto - dice - stiamo procedendo alla sfalcio delle erbacce ed alla pulizia in tutte le marine».

Ma ci sono altri importanti lavori in corso, a partire da quelli alla darsena, dopo anni di abbandono.

san cataldo «Nei prossimi giorni presenteremo all’Arpa regionale il progetto per avere l’autorizzazione allo svuotamento del bacino - dice il vice sindaco - Parallelamente stiamo lavorando all’area a terra del cantiere. Da qui alla fine di giugno si darà una forte accelerazione alle opere edili e stradali». I lavori riguardano la ricostruzione della recinzione perimetrale dell’area, la ricostruzione del fabbricato per servizi agli utenti, lo spianamento del piazzale, la sistemazione del lungomare Fratelli d’Italia con realizzazione di 3 passerelle di accesso alla spiaggia e del parapetto frangivento al margine della strada, la messa in sicurezza del punto di passaggio sul canale di collegamento tra i due bacini e della relativa viabilità di accesso e il conferimento presso impianto di compostaggio della posidonia già prelevata e salpata in banchina. Nei giorni scorsi, il vice sindaco ed i tecnici comunali hanno hanno incontrato i responsabili della ditta Igeco costruzioni, che sta procedendo ai lavori. «Ho voluto incontrare i responsabili di Igeco perché mi fornissero un elenco dei lavori da concludere prima dell’inizio dell’estate - ricorda Delli Noci - La darsena è un progetto che tutti aspettiamo da anni e monitorare i lavori è per noi indispensabile. Dobbiamo poter rendere la marina di San Cataldo fruibile a tutti i cittadini, ai pescatori in primis ma anche ai turisti. Per questo monitoreremo affinché questo progetto strategico, atteso da anni, sia consegnato alla città nei 580 giorni previsti dal contratto». L’appalto, complessivamente, ammonta a circa due milioni 200mila euro. Il vice sindaco è certo: «La prossima estate San Cataldo avrà la darsena».

Intanto, a settembre prossimo partiranno i lavori per la rete fognante che servirà tutta la marina. «Dopo aver lavorato lungo la strada principale - precisa Delli Noci - ora si sta intervenendo nei villaggi Adriatico, del Sole e Carol Woityla. Un’opera di oltre cinque milioni di euro che speriamo venga completata nel prossimo mese di marzo».

Prima dell’estate, infine, verranno effettuati una serie di piccoli interventi, dal ripristino delle fontane alla sistemazione di una piccola area a verde - quella tra la via principale e via Marco Polo - con panchine e giochi per bambini.

TORRE CHIANCA «Entro l’estate faremo il collaudo dell’impianto fognario - assicura l’assessore - ed abbiamo bandito la gara per la riqualificazione del lungomare Nord di viale Eolo, con la realizzazione di una pista ciclabile ed opere di salvaguardia ambientale delle dune». L’appalto ammonta ad oltre 650mila euro. Le offerte dovranno essere presentate entro il 18 maggio prossimo. «Stiamo provvedendo anche a risolvere alcune criticità - aggiunge - come gli allagamenti di via delle mimose».

FRIGOLE «Insieme all’assessore Rita Miglietta - fa sapere Delli Noci - stiamo lavorando a un importante progetto riguardante tutta la zona prospiciente il bacino di Acquatina, e al rilancio del piccolo approdo per le barche, che presenteremo nei prossimi giorni. Il sindaco (Carlo Salvemini, ndr) ha scritto all’Università per chiedere di intervenire nel più breve tempo possibile per il dragaggio delle alghe che oggi intasano la foce del bacino e impediscono l’approdo delle barche. Siamo certi che l’Università interverrà nel più breve tempo possibile per dare una risposta alla comunità, soprattutto ai pescatori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400