Giovedì 25 Aprile 2019 | 08:43

NEWS DALLA SEZIONE

Omicidio in Salento
Maglie, ucciso un pregiudicato in strada: forse dopo una lite

Maglie, ucciso un pregiudicato in strada: forse dopo una lite

 
Tecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
L'operazione dei cc
Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

 
Tap e Poseidon
Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

 
L'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
Il martedì dei leccesi
A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

 
La tragedia di Pasquetta
Melendugno, contro frontale muore una 25enne: grave una coppia

Melendugno, scontro frontale muore 25enne: grave una coppia

 
A Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
Tutela ambientale
Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

 
Il caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
Inchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceOmicidio in Salento
Maglie, ucciso un pregiudicato in strada: forse dopo una lite

Maglie, ucciso un pregiudicato in strada: forse dopo una lite

 
BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

sicurezza

Rissa in pieno giorno
nella villa comunale

l’allarme delle famiglie «L’hanno fatto davanti ai bambini. Ora basta, non ne possiamo più»

Francesco Oliva

Allarme sicurezza all’interno della villa comunale di Lecce. L’ennesimo episodio si è verificato ieri mattina davanti a decine di bambini e di famiglie. Due giovani si sono inseguiti, picchiati e minacciati. Sono volati calci, pugni e, secondo alcune testimonianze, anche pietre e bottiglie. Davanti a quelle scene di violenza c’è stato un fuggi fuggi generale. Intanto tra residenti, abituali frequentatori e genitori monta la rabbia. «Non ne possiamo più - sbotta la custode della villa Anna Rita Carico - Ogni giorno succedono queste scazzottate perché si ubriacano». «Questa volta l’hanno fatta davanti ai bambini. I bambini qui dentro non possono vedere questo schifo. Adesso non ne possiamo più». Pazienza a tolleranza sono ormai al limite e si invoca un intervento deciso delle autorità competenti. «Deve intervenire qualcuno - prosegue Anna Rita Carico - perché altrimenti mandiamo le lettere al prefetto e vediamo se interviene lui».

Ma ritorniamo a quanto accaduto ieri mattina poco dopo le 13 quando nella villa, complice la splendida giornata di sole, sciamavano gruppi di turisti, famiglie e bambini, in particolare, nell’area delle giostre. In una zona defilata sono incominciate a volare parole grosse tra due giovani, di cui uno di colore. Improvvisamente la situazione è degenerata. I due sono inseguiti percorrendo a piedi l’intero perimento della villa confluendo nell’area delle giostre davanti ai tanti bambini e ai genitori presenti. Sono volati schiaffi, pugni, bottiglie e sassi (secondo alcune testimonianze). Ed è stato un fuggi fuggi generale. I genitori hanno immediatamente allontanato i bambini mettendoli al riparo. Alcuni piccoli sono stati colti da una crisi di pianto per lo spavento assistendo dal vivo a quelle scene di violenza. È stato richiesto l’intervento dei vigili della polizia locale che hanno bloccato uno dei responsabili della scazzottata (il giovane di colore). Poco dopo, sono arrivate due Volanti. Gli agenti di polizia hanno acquisito le dichiarazioni di alcuni testimoni per ricostruire l’accaduto e risalire al movente di una scazzottata in pieno giorno. La posizione del giovane di colore è al vaglio degli investigatori.

Evidentemente, alla luce su quanto accaduto, il potenziamento dei controlli della polizia locale disposto nei giorni scorsi per garantire maggiore tranquillità non basta a fungere da deterrente per vandali e malintenzionati che circolano anche nei giardini pubblici, tra famiglie con bambini e pensionati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400