Lunedì 22 Ottobre 2018 | 23:46

NEWS DALLA SEZIONE

a Presicce
Nascondeva 2kg di droga nel fienile tra gli animali, arrestato 39enne nel Leccese

Nascondeva 2kg di droga nel fienile tra gli animali, ar...

 
Lo statuto è valido
Elezioni Confcommercio: il giudice dà il via libera

Elezioni Confcommercio: il giudice dà il via libera

 
L'iniziativa
A Racale il pranzo a colori per dire noalla mensa separati del comune di Lodi

A Racale il pranzo a colori per dire no alla mensa sepa...

 
Italia a 5 Stelle
Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Circo Massimo

Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Cir...

 
Il sequestro della villa
La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip

«La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip»

 
Dai Cc
Ugento, arrestato spacciatore 22enne: aveva cocaina e soldi

Ugento, arrestato spacciatore 22enne: aveva cocaina e s...

 
A Taurisano (Le)
Palpeggia donna per strada, arrestato 33enne pakistano

Palpeggia donna per strada, arrestato 33enne pakistano

 
L'intervista
Sgarbi: «Salento affascinante, ma poca offerta culturale»

Sgarbi: «Salento affascinante, ma poca offerta cultural...

 
Lavori senza autorizzazione
Lecce, da paladina degli ulivi a regina degli abusi: indagata l'Oscar Helen Mirren

Lecce, da paladina degli ulivi a regina degli abusi: in...

 
La rivolta nel M5S
Tap, ultimatum ai parlamentari«Subito incontro o dimissioni»

Tap, ultimatum ai parlamentari «Subito incontro o dimis...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

sicurezza

Rissa in pieno giorno
nella villa comunale

l’allarme delle famiglie «L’hanno fatto davanti ai bambini. Ora basta, non ne possiamo più»

Francesco Oliva

Allarme sicurezza all’interno della villa comunale di Lecce. L’ennesimo episodio si è verificato ieri mattina davanti a decine di bambini e di famiglie. Due giovani si sono inseguiti, picchiati e minacciati. Sono volati calci, pugni e, secondo alcune testimonianze, anche pietre e bottiglie. Davanti a quelle scene di violenza c’è stato un fuggi fuggi generale. Intanto tra residenti, abituali frequentatori e genitori monta la rabbia. «Non ne possiamo più - sbotta la custode della villa Anna Rita Carico - Ogni giorno succedono queste scazzottate perché si ubriacano». «Questa volta l’hanno fatta davanti ai bambini. I bambini qui dentro non possono vedere questo schifo. Adesso non ne possiamo più». Pazienza a tolleranza sono ormai al limite e si invoca un intervento deciso delle autorità competenti. «Deve intervenire qualcuno - prosegue Anna Rita Carico - perché altrimenti mandiamo le lettere al prefetto e vediamo se interviene lui».

Ma ritorniamo a quanto accaduto ieri mattina poco dopo le 13 quando nella villa, complice la splendida giornata di sole, sciamavano gruppi di turisti, famiglie e bambini, in particolare, nell’area delle giostre. In una zona defilata sono incominciate a volare parole grosse tra due giovani, di cui uno di colore. Improvvisamente la situazione è degenerata. I due sono inseguiti percorrendo a piedi l’intero perimento della villa confluendo nell’area delle giostre davanti ai tanti bambini e ai genitori presenti. Sono volati schiaffi, pugni, bottiglie e sassi (secondo alcune testimonianze). Ed è stato un fuggi fuggi generale. I genitori hanno immediatamente allontanato i bambini mettendoli al riparo. Alcuni piccoli sono stati colti da una crisi di pianto per lo spavento assistendo dal vivo a quelle scene di violenza. È stato richiesto l’intervento dei vigili della polizia locale che hanno bloccato uno dei responsabili della scazzottata (il giovane di colore). Poco dopo, sono arrivate due Volanti. Gli agenti di polizia hanno acquisito le dichiarazioni di alcuni testimoni per ricostruire l’accaduto e risalire al movente di una scazzottata in pieno giorno. La posizione del giovane di colore è al vaglio degli investigatori.

Evidentemente, alla luce su quanto accaduto, il potenziamento dei controlli della polizia locale disposto nei giorni scorsi per garantire maggiore tranquillità non basta a fungere da deterrente per vandali e malintenzionati che circolano anche nei giardini pubblici, tra famiglie con bambini e pensionati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400