Martedì 09 Agosto 2022 | 05:53

In Puglia e Basilicata

Accadde oggi

E Francesco prega sulla tomba del Santo

E Francesco prega sulla tomba del Santo

Quattro anni fa il Papa in Basilica a Bari

08 Luglio 2022

Annabella De Robertis

«Da Bari il grido del Papa»: su «La Gazzetta del Mezzogiorno» dell’8 luglio 2018 campeggia in prima pagina la foto di Bergoglio in preghiera sulla tomba di San Nicola nella Basilica barese. Il Pontefice è giunto a Bari il 7 luglio per incontrare, davanti a 70.000 persone, 17 tra Patriarchi e rappresentanti di Chiese Ortodosse, un leader luterano e una donna, l’unica, alla guida del Consiglio delle Chiese del Medio Oriente.

Insieme a loro papa Francesco supera ogni scisma e prega perché San Nicola curi le ferite dei popoli in guerra. In prima pagina il commento di Michele Partipilo: «È la prima volta che un incontro ecumenico non si conclude con un fumoso documento fatto di dribbling tra gli steccati teologici e politici, ma assume un impegno chiaro. L’incontro ecumenico di Bari passerà alla Storia e trascinerà con sé la città. Ieri è stata rovesciata una prospettiva consolidata nei secoli. Sul sagrato della Basilica Francesco ha detto a nome di tutti “Noi ci impegniamo a camminare pregare e lavorare e imploriamo che l’arte dell’incontro prevalga sullo scontro. Vogliamo dare voce a chi non ha voce a chi può solo inghiottire lacrime, il Medio Oriente oggi piange soffre e tace”».

La cronaca della celebrazione sul Lungomare in Largo Giannella è di Massimiliano Scagliarini: «Papa Francesco apre con l’appello al Santo taumaturgo tanto amato all’Est. Dal palco che dà le spalle al mare risuonano poi il greco del Patriarca Bartolomeo I, l’armeno e l’assiro, un Alleluia in arabo e il “Dona nobis pacem” di Mozart. Hylarion, metropolita di Mosca, sceglie l’inglese per la sua invocazione di pace formulata a nome di Kyrill».

Si fa notare, infatti, l’assenza del Patriarca russo, che ostacola in qualche misura la piena riuscita dell’incontro, voluto come occasione di dialogo tra cattolici e ortodossi. Bergoglio aveva incontrato Kyrill nel 2016 e aveva accarezzato la possibilità di rivederlo a Bari contando sulla diplomazia di san Nicola, visto che proprio da Francesco gli ortodossi avevano ottenuto l’anno prima di avere in Russia una reliquia del vescovo di Myra, venerato da oltre 2 milioni di persone a Mosca e a San Pietroburgo, commenta Scagliarini. «In una tribuna-autorità stranamente vuota a mezz’ora dall’inizio trovano posto molte decine di persone comuni che avevano atteso il Papa sotto il sole dietro le transenne. «La collocazione della preghiera sulla Rotonda assume un significato simbolico – ha dichiarato l’arcivescovo Cacucci –. Il mare deve unire e non dividere». Bergoglio chiude la giornata con un messaggio «plurale», anelito di pace contro la guerra, contro l’indifferenza che «uccide».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725