Lunedì 19 Novembre 2018 | 07:54

NEWS DALLA SEZIONE

PORT

Haiti: scontri a dimostrazioni, 6 morti

 
GEROCARNE (VIBO VALENTIA)
Estorsione, tre arresti in Calabria

Estorsione, tre arresti in Calabria

 
HANOI

Vietnam: frana uccide 13 persone durante tempesta tropicale

 
TOKYO

Giappone: esportazioni in recupero, +8,2% in ottobre

 
WASHINGTON

Internet: Musk ottiene ok per lanciare altri 7.518 satelliti

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura poco variata (-0,06%)

 
WASHINGTON

Usa: siparietto Obama a presentazione libro Michelle

 
ROMA

Coni: Salvini "Chi mi dice fascista è a canna del gas"

 
ROMA

Tv: Mediaset, Grande Fratello Vip nessuna chiusura prima

 
ROMA

Tennis: Atp Finals, Djokovic ko, il 'maestro' è Zverev

 
PARIGI

Gilet gialli: Philippe, 'rotta governo non cambia'

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

ROMA

A Montecitorio in mostra i capolavori rubati e terremotati

Fino al 28 febbraio, spicca il superbo carro di Eretum

ROMA, 23 GEN - C'è il superbo carro di Eretum, seppellito nel VII secolo avanti Cristo assieme al principe sabino a cui apparteneva, trafugato da tombaroli alla fine degli anni '60, venduto con documenti falsi a Ny Carlsberg Glyptoptek di Copenaghen e restituito dopo lunghe trattative all'Italia nel 2016. Ma ci sono anche i beni strappati alla furia del terremoto e messi in sicurezza come la grande tela d'altare di Giovan Battista Tiepolo della chiesa di San Filippo Neri di Camerino e la scultura dipinta del XVI secolo di San Francesco di Amatrice. C'è tutta la passione e il grande lavoro di forze dell'ordine affiancate dagli studiosi e dai restauratori nella mostra "Testimoni di civiltà a Montecitorio" promossa con il sostegno della Camera dei deputati e organizzata dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. L'esposizione inaugurata oggi dalla presidente della Camera Laura Boldrini, è aperta al pubblico fino al 28 febbraio. "Il contenuto dell'articolo 9, uno dei dodici principi fondamentali della Costituzione, ci impone di essere anche noi dei piccoli protettori delle nostre opere d'arte. Inoltre questa mostra ci permette di mantenere acceso il riflettore sulle zone che ancora soffrono per i postumi del terremoto" ha ricordato Stefano Dambruoso, Questore della Camera dei Deputati. "E' per noi un onore esporre in un luogo così fortemente simbolico quello che i nostri militari fanno da così tanti anni. Siamo un paese ricco di opere dì'arte ma poco propenso a valorizzarlo, adesso con la cooperazione ci stiamo riuscendo" ha detto il comandante delle Unità Mobili e Specializzate dei Carabinieri, generale di corpo d'armata Sabino Cavaliere. Il generale dei carabinieri, Fabrizio Parrulli, comandante Comando Tutela Patrimonio Culturale ha ricordato le tante opere recuperate nei 50 di attività del Nucleo di cui il carro di Eretum, "latitante" da così tanti anni è solo uno degli esempi e ha sottolineato assieme alla Boldrini anche il grandissimo lavoro dei caschi blu della cultura in tutto il mondo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400