Martedì 23 Ottobre 2018 | 12:29

NEWS DALLA SEZIONE

ISTANBUL

Khashoggi: Erdogan, omicidio pianificato da giorni

 
ROMA
Mattarella, imparare italiano priorità

Mattarella, imparare italiano priorità

 
ROMA

Migranti: Mattarella, imparare italiano è priorità

 
ROMA
Dl fiscale arrivato al Quirinale

Dl fiscale arrivato al Quirinale

 
ROMA

Dl fiscale arrivato al Quirinale

 
VENEZIA
Uomo accoltellato a Chioggia

Uomo accoltellato a Chioggia

 
ROMA

Migranti: fonti Viminale, Francia tenta respingimento m...

 
ROMA
Fonti Viminale,anche minori tra respinti

Fonti Viminale,anche minori tra respinti

 
PISA
Calcio, progetto Sant'Anna per gare Uefa

Calcio, progetto Sant'Anna per gare Uefa

 
ROMA
Figc, incontro Gravina-Giorgetti

Figc, incontro Gravina-Giorgetti

 
ROMA

Criminalità: Ostia, rivali clan Spada, 42 arresti

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

ROMA

Povertà, scuola non colma gap tra bimbi

Atlante Save the Children. Nel 2016 povero un bambino su 8, +14%

Povertà, scuola non colma gap tra bimbi

ROMA, 14 NOV - Aumentano in Italia i bambini che vivono in povertà assoluta. E non sempre la scuola riesce a colmare il gap socio-economico che c'è tra loro e chi è più fortunato. E' l'allarme che lancia Save the Children, attraverso l'Atlante dell'infanzia a rischio "Lettera alla scuola" presentato oggi a Roma. Nel 2016, ricorda l'ong, un bambino su otto vive in condizioni di povertà assoluta, il 14% in più rispetto all'anno precedente. E le diseguaglianze sociali "continuano a riflettersi sul rendimento degli alunni". Il tasso di ripetenze è 6 volte maggiore nelle scuole che presentano un indice socio-economico e culturale più basso: più di un quindicenne su 4 contro una quota di quasi uno su 23 negli istituti con indice alto. Una differenza di 23 punti percentuali, contro una media Ocse del 14,3%. Inoltre, tra chi proviene da un contesto svantaggiato, quasi uno su due (47%) non raggiunge il livello minimo di competenza in lettura, otto volte tanto rispetto a un coetaneo cresciuto in una famiglia agiata (6%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400