Venerdì 19 Agosto 2022 | 22:58

In Puglia e Basilicata

CATANIA

Alterano test gestante per finire turno, gravi danni neonato

Nell'ospedale Santo Bambino di Catania, sospese tre dottoresse

05 Dicembre 2016

CATANIA, 5 DIC - "Per evitare di rimanere a lavorare oltre l'orario previsto, avrebbero omesso di eseguire un parto cesareo nonostante i molteplici episodi di sofferenza fetale emersi dal tracciato e avrebbero somministrato alla gestante dell'atropina per simulare una inesistente regolarità nell'esame medico". La procedura, e "il non avere informato della situazione i colleghi del turno successivo, avrebbe causato la nascita con lesioni gravissime al neonato". E' l'accusa contestata dalla Procura di Catania a due dottoresse dell'ospedale Santo Bambino, Amalia Daniela Paladino e Gina Corrao, che sono state sospese dal servizio, rispettivamente per 12 e 6 mesi. Un analogo provvedimento, per 4 mesi, è stato notificato alla dottoressa Paola Cairone che, "pur non essendo a conoscenza degli avvenimenti precedenti, praticava alla paziente per due volte le manovre di Kristeller, pratica bandita dalle linee guida, nonostante un tracciato non rassicurante e non contattava in tempo il neonatologo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725