Martedì 18 Giugno 2019 | 17:00

NEWS DALLA SEZIONE

SIENA
Donna muore dopo cesareo urgenza,esposto

Donna muore dopo cesareo urgenza,esposto

 
ROMA
Conte, convinceremo Whirlpool a restare

Conte, convinceremo Whirlpool a restare

 
PISA
Sequestrate 1 mln sciarpe calcio false

Sequestrate 1 mln sciarpe calcio false

 
MILANO
A Milano i Preraffaeliti in mostra

A Milano i Preraffaeliti in mostra

 
ROMA
Scuola: Bussetti, 100 mila assunzioni

Scuola: Bussetti, 100 mila assunzioni

 
ROMA
Conte, il governo farà di più

Conte, il governo farà di più

 
ROMA
Salvini, Tria? Tasse vanno tagliate

Salvini, Tria? Tasse vanno tagliate

 
ROMA
Fico scive a Conte, coordinamento su Dl

Fico scive a Conte, coordinamento su Dl

 
NAPOLI
Clochard accusato di evasione da 50 mln

Clochard accusato di evasione da 50 mln

 
BARI
Casa: Landella, presi in giro da Regione

Casa: Landella, presi in giro da Regione

 
BARI
Assalto a portavalori su A14, 2 arresti

Assalto a portavalori su A14, 2 arresti

 

Il Biancorosso

LA CURIOSITA'
De Laurentiis e Simeri a MykonosTutto sulle vacanze del Bari

De Laurentiis e Simeri a Mykonos. Tutto sulle vacanze del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariAll'Università di Bari
Migrazioni, a Bari convegno con 570 relatori da tutto il mondo

Migrazioni, a Bari convegno con 570 relatori da tutto il mondo

 
HomeIl caso
Ex Ilva, operaio muore di tumore, un collega: «La fabbrica uccide»

Ex Ilva, operaio muore di tumore, lo sfogo di un collega: «La fabbrica uccide»

 
LecceSalento
Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

 
PotenzaIl caso
Da 20 anni con un tubo nello stomaco, rimosso all'ospedale di Potenza

Da 20 anni con un tubo nello stomaco, rimosso all'ospedale di Potenza

 
BrindisiMinacce e lesioni
Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

 
MateraNel Materano
Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

 
BatDal geologo Dellisanti
Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

 

i più letti

Consiglio Europa, in Italia aborto troppo difficile

Consiglio Europa, in Italia aborto troppo difficile

Le donne in Italia continuano a incontrare "notevoli difficoltà" nell'accesso ai servizi d'interruzione di gravidanza, nonostante quanto previsto dalla legge 194 sull'aborto. L'Italia viola quindi il loro diritto alla salute. Lo ha affermato il Consiglio d'Europa, pronunciandosi su un ricorso presentato dalla Cgil. L'Italia, inoltre, discrimina medici e personale medico che non hanno optato per l'obiezione di coscienza in materia di aborto. In merito il Consiglio d'Europa ha accolto un ricorso della Cgil e sostiene che questi sanitari sono vittime di "diversi tipi di svantaggi lavorativi diretti e indiretti". Secondo il comitato dei diritti sociali del Consiglio d'Europa "la Cgil ha fornito un ampio numero di prove che dimostrano come il personale medico non obiettore affronti svantaggi diretti e indiretti, in termini di carico di lavoro, distribuzione degli incarichi, opportunità di carriera". Lo stesso comitato ha osservato che il governo "non ha fornito virtualmente nessuna prova che contraddica quanto sostenuto dal sindacato e non ha dimostrato che la discriminazione non sia diffusa". A rendere problematico l'accesso all'aborto, secondo Strasburgo, sono tra l'altro una diminuzione sul territorio nazionale del numero di strutture dove si può abortire e la mancata sostituzione del personale medico che garantisce il servizio quando un'operatore è malato, in vacanza o va in pensione. A individuare i problemi sul tappeto è stato il comitato europeo per i diritti sociali del Consiglio d'Europa nella decisione sul ricorso presentato dalla Cgil contro l'applicazione della legge 194. Il comitato ha rilevato che le strutture sanitarie "non hanno ancora adottato le misure necessarie per rimediare alle carenze nel servizio causate dal personale che invoca il diritto all'obiezione di coscienza, o hanno adottato misure inadeguate". Questa è la seconda volta che il comitato arriva alla conclusione che l'Italia non sta rispettando quanto stabilito dalla legge 194.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie