Domenica 20 Gennaio 2019 | 09:39

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA

Siria: tv, esplosione a sud di Damasco

 
TUNISI

Tunisia: Essebsi candidato a presidenziali per Nidaa Tounes

 
ROMA

Congo: Corte costituzionale, vincitore elezioni è Tshisekedi

 
ROMA

++ Irlanda del Nord: autobomba esplode a Londonderry ++

 
ROMA

Terremoti: scossa magnitudo 6.6 a largo del Cile centrale

 
MILANO

Calcio: Spalletti, stasera all'Inter è mancata la qualità

 
ROMA
Serie A: classifica

Serie A: classifica

 
WASHINGTON

Trump lancia appello bipartisan, lavoriamo insieme

 
WASHINGTON

Usa: Pelosi boccia proposta Trump, inutile

 
MILANO
Marotta: "Icardi resterà nell'Inter"

Marotta: "Icardi resterà nell'Inter"

 
ROMA

Mattarella, Matera simbolo del Sud che vuole innovare

 

ROMA

Morte ispettore Nocs, a giudizio due colleghi per calunnia

Ucciso da fuoco amico in tentato blitz per liberare Soffiantini

ROMA, 13 GEN - Rinvio a giudizio e processo il 19 ottobre prossimo, a Roma, per Stefano Miscali e Claudio Sorrentino, colleghi di Samuele Donatoni, l'ispettore dei Nocs ucciso, secondo una perizia, dal "fuoco amico", la notte del 17 ottobre del 1997 a Riofreddo (Roma) nel corso di un blitz attuato per tentare di liberare un sequestrato, l'imprenditore Giuseppe Soffiantini. Sono accusati di calunnia. A disporre il processo, su richiesta dei pm Elisabette Ceniccola ed Erminio Amelio, è stato il gup Simonetta D'Alessandro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400