Venerdì 07 Ottobre 2022 | 02:28

In Puglia e Basilicata

L.Stabilità:ultimatum Berlusconi, ok richieste Fi o lasciamo

L.Stabilità:ultimatum Berlusconi, ok richieste Fi o lasciamo
ROMA - Se non tengono contro delle nostre richieste ci collocheremo all'opposizione. Lo ha detto Silvio Berlusconi, a quanto raccontano, nel corso della riunione dei gruppi di Fi. Mettiamo a regime una patrimoniale e questo è dirimente e non ci permette di votare la legge di stabilità. Se dovessimo votarla come potremmo presentarci al nostro e...

26 Novembre 2013

ROMA - Se non tengono contro delle nostre richieste ci collocheremo all'opposizione.
Lo ha detto Silvio Berlusconi, a quanto raccontano, nel corso della riunione dei gruppi di Fi. Mettiamo a regime una patrimoniale e questo è dirimente e non ci permette di votare la legge di stabilità.
Se dovessimo votarla come potremmo presentarci al nostro elettorato? Lo ha detto il capogruppo di Fi Renato Brunetta nel corso della riunione dei gruppi.
Parole, raccontano, accolte con un applauso. Questa è la legge di stabilità delle poltrone.
Lo ha detto Silvio Berlusconi alla riunione dei gruppi di Fi.
Un passaggio che i parlamentari sottolineano con un applauso. "Andrà tutto bene".
Così il premier Enrico Letta risponde ai giornalisti che, a Trieste, dove partecipa al vertice italo-russo, lo interpellano sull'atteso voto di fiducia di stasera sulla legge di stabilita'. ''L'indicizzazione delle pensioni è un impegno che il governo vuole perseguire alla Camera''.
Lo ha detto il viceministro dell'Economia, Stefano Fassina, nella replica in Aula del Senato sulla legge di stabilità, biasimando il mancato intervento in materia a Palazzo Madama. Via libera del Senato al voto di fiducia sulla Legge di Stabilità in serata.
"Il governo presenterà il maxiemendamento - ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini - nel primo pomeriggio".
E' quanto emerso dalla conferenza dei capigruppo.
"Il maxiemendamento recepirà il lavoro della commissione e integrerà esclusivamente gli emendamenti del governo e dei relatori" già presentati in commissione.
Ha affermato Franceschini.
"La commissione Bilancio non ha ultimato il lavoro, del quale siamo molto grati - ha detto Franceschini - e così il maxiemendamento, che il governo presenterà nel primo pomeriggio, per rispetto recepirà il lavoro della commissione e lo integrerà esclusivamente con gli emendamenti del governo e dei relatori".
Il voto di fiducia è il "il modo più trasparente, secondo le regole della nostra democrazia parlamentare, per verificare il rapporto tra il governo e la maggioranza parlamentare", ha sottolineato Franceschini. La chiama per il voto di fiducia alla Legge di Stabilità inizierà intorno alle 20.30 e il voto dovrebbe dunque arrivare per le 22.
Dopodiché sarà convocato il Cdm per la nota di variazione di Bilancio, che una volta approvata passerà in commissione e poi approderà in Aula.
Dopodiché ci sarà la votazione finale sul ddl Bilancio.
Il maxiemendamento sarà presentato dal governo intorno alle 15, quando sarà posta anche la questione di fiducia.
Le dichiarazioni finali ci saranno a partire dalle 19.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725