Venerdì 17 Settembre 2021 | 15:21

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Vaccini: ancora senza prima dose 3,4 mln over 50

Vaccini: ancora senza prima dose 3,4 mln over 50

 
ROMA
Weekend a due facce, autunno al Nord e caldo estivo a Sud

Weekend a due facce, autunno al Nord e caldo estivo a Sud

 
ROMA
Green pass: chat no vax rilancia proteste, avanti a oltranza

Green pass: chat no vax rilancia proteste, avanti a oltranza

 
ROMA
Roma: geologi Lazio a candidati, obiettivo città sostenibile

Roma: geologi Lazio a candidati, obiettivo città sostenibile

 
TARANTO
Emiliano, tampone gratis a chi non si vaccina è un errore

Emiliano, tampone gratis a chi non si vaccina è un errore

 
FIRENZE
Covid: Toscana, ancora 9 morti in un giorno solo

Covid: Toscana, ancora 9 morti in un giorno solo

 
TEL AVIV
Eitan: visita console italiano, è in buone condizioni

Eitan: visita console italiano, è in buone condizioni

 
PADOVA
Corpi di due persone nel padovano, ferite da armi fuoco

Corpi di due persone nel padovano, ferite da armi fuoco

 
ROMA
Droga: guardia giurata di giorno e pusher di sera, arrestato

Droga: guardia giurata di giorno e pusher di sera, arrestato

 
PAVIA
Eitan: zio,prossima settimana in Israele

Eitan: zio,prossima settimana in Israele

 
PERUGIA
In Umbria ancora un calo degli attualmente positivi al Covid

In Umbria ancora un calo degli attualmente positivi al Covid

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

ROMA

Papa: gay? ogni creatura è amata da Dio

Mai emarginare, chi sono io per giudicare

ROMA, 12 GEN - "Innanzitutto mi piace che si parli di 'persone omosessuali': prima c'è la persona, nella sua interezza e dignità. E la persona non è definita soltanto dalla sua tendenza sessuale: non dimentichiamoci che siamo tutti creature amate da Dio, destinatarie del suo infinito amore". Così papa Francesco, nel libro-intervista "Il nome di Dio è misericordia", scritto con Andrea Tornielli, risponde a una domanda sulla sua esperienza di confessore con gli omosessuali. "Io preferisco che le persone omosessuali vengano a confessarsi, che restino vicine al Signore, che si possa pregare insieme - dice ancora il Papa -. Puoi consigliare loro la preghiera, la buona volontà, indicare la strada, accompagnandole". E a proposito della sua celebre frase "Chi sono io per giudicare?" afferma: "Avevo detto in quella occasione: se una persona è gay, cerca il Signore e ha buona volontà, chi sono io per giudicarla? Avevo parafrasato a il Catechismo della Chiesa cattolica, dove si spiega che queste persone non si devono emarginare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie