Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 05:49

NEWS DALLA SEZIONE

TOKYO
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,50%)

Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,50%)

 
WASHINGTON
Blinken, gli Usa cercheranno accordo più forte con l'Iran

Blinken, gli Usa cercheranno accordo più forte con l'Iran

 
WASHINGTON
Covid: in Usa superati i 400 mila morti

Covid: in Usa superati i 400 mila morti

 
SIENA
Zanardi: perito, scontro non fu per invasione corsia del Tir

Zanardi: perito, scontro non fu per invasione corsia del Tir

 
VENEZIA
Covid stermina famiglia,dopo figlio e madre muore papà

Covid stermina famiglia,dopo figlio e madre muore papà

 
ANCONA
Rogo porto Ancona: consulenza parti offese, fiamme dolose

Rogo porto Ancona: consulenza parti offese, fiamme dolose

 
MILANO
Vaccini: Moratti scrive ad Arcuri, nessun accenno a Pil

Vaccini: Moratti scrive ad Arcuri, nessun accenno a Pil

 
TORINO
Anarchici in corteo a Torino, 'vogliono toglierci tutto'

Anarchici in corteo a Torino, 'vogliono toglierci tutto'

 
BRUXELLES
Ue propone di estendere aiuti di Stato al 31 dicembre

Ue propone di estendere aiuti di Stato al 31 dicembre

 
CAGLIARI
>ANSA-IL-PUNTO/COVID: contagi in calo in Sardegna ma 8 morti

>ANSA-IL-PUNTO/COVID: contagi in calo in Sardegna ma 8 morti

 
TORINO
Mps: inviato Le Iene a giudizio per servizio su Briamonte

Mps: inviato Le Iene a giudizio per servizio su Briamonte

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 

i più letti

'Schiave sessuali', arrivano le scuse di Tokyo a Seul

'Schiave sessuali', arrivano le scuse di Tokyo a Seul

La Corea del Sud e il Giappone hanno raggiunto un accordo sulla questione delle donne sudcoreane che durante la Seconda guerra mondiale furono costrette a lavorare come schiave del sesso per i militari nipponici. Lo ha annunciato il Giappone. Il ministro degli Esteri giapponese Fumio Kishida ha detto che il primo ministro, Shinzo Abe, offrirà le proprie scuse alla Corea del Sud e che Tokyo finanzierà un fondo da un miliardo di yen (circa 7,57 milioni di euro al cambio attuale) costituito da Seul e destinato ad aiutare le anziane ex vittime della schiavitù sessuale, conosciute come "donne di conforto". La questione è la più grande fonte di attrito nelle relazioni tra i due paesi. L'accordo raggiunto oggi tra Seul e Tokyo sulla questione delle 'donne di conforto' "segna l'inizio di una nuova era nei rapporti tra il Giappone e la Corea del Sud": lo ha detto il ministro degli Esteri giapponese Fumio Kishida. Il primo ministro Shinzo Abe, ha proseguito Kishida durante una conferenza stampa, chiede scusa "dal suo cuore" alle donne soggette alla schiavitù sessuale durante la Seconda Guerra Mondiale. La Corea del Sud ha sempre premuto sul Giappone per ottenere scuse convinte da parte del governo e risarcimenti per le ex schiave del sesso - che sarebbero state fino a 200mila - in una questione che ha messo a dura prova i rapporti tra i due Paesi. Nel 1993 il Giappone aveva riconosciuto la sua responsabilità in una dichiarazione dell'allora capo di Gabinetto Yohei Kono. Quello odierno è il primo accordo su questo annoso contenzioso dal 1965: "Abe, come primo ministro del Giappone, offre le sue scuse dal suo cuore e una riflessione per tutte coloro che hanno sofferto molto dolore e hanno cicatrici che sono difficili da rimarginare sia fisicamente, sia mentalmente", ha detto Kishida. Nell'ambito dell'accordo Abe ha accettato una "profonda responsabilità" per la questione e la Corea del Sud ha sottolineato che considererà la vicenda risolta in modo "definitivo e irreversibile" se il Giappone manterrà le sue promesse. Inoltre, la Corea del Sud rimuoverà una statua simbolo delle delle 'donne di conforto' eretta da attivisti davanti all'ambasciata giapponese a Seul nel 2011. Entrambe le parti hanno anche concordato di non criticarsi più a vicenda sulla questione a livello internazionale. La maggioranza delle schiave del sesso erano sudcoreane, ma c'erano anche donne cinesi, filippine, indonesiane e di Taiwan. Solo 46 di loro sono ancora vive in Corea del Sud.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie