Lunedì 08 Agosto 2022 | 12:31

In Puglia e Basilicata

Mezzogiorno di focus

Turismo, dal Gargano a Taranto stagione d’oro ma ancora tanti problemi

Turismo, dal Gargano a Taranto stagione d’oro ma ancora tanti problemi

Sul promontorio record di presenze, ma ancora senza risposta le criticità sanitarie

30 Giugno 2022

Roberto Calpista

BARI - Il Gargano si riconferma la perla del turismo pugliese con Vieste che detiene l’ormai solito record di presenze. Sale sul podio e prepara le basi per un futuro roseo anche Taranto con la sua costa ionica, mentre il Salento regge, ma in alcune zone si devono fare i conti con le presenze «caciarone».

È il primo quadro dell’estate pugliese edizione 2022, che si preannuncia tanto calda quanto ricca, nonostante la carenza cronica di strutture e servizi. Partendo dal promontorio più a nord, dove si festeggia, per usare le parole di Bruno Zangardi, presidente del consorzio degli operatori turistici «Gargano Ok», la «ripartenza totale», con una stagione, dopo i blocchi della pandemia, all’insegna del boom di prenotazioni e novità che vanno ben oltre la costa.

È quello che si può definire, nell’unica zona della Puglia che lo permette, il turismo «mare e monti». Zangardi parla di «una ripresa incredibilmente qualitativa e quantitativa di eventi, con una diffusione capillare di manifestazioni, concerti, sagre, escursioni e iniziative di ogni tipo dalla costa alle aree interne».

Ma in questa stagione estiva si registra soprattutto la riscoperta e il rilancio delle aree interne, con Monte Sant’Angelo, Vico del Gargano e San Giovanni Rotondo su tutti. «Monte Sant’Angelo - afferma - sta risentendo in modo molto positivo di una lunga serie di iniziative che l’hanno rimessa al centro dell’attenzione, come ad esempio la candidatura a Capitale della Cultura 2025. Discorso simile per Vico del Gargano, che sta raccogliendo i frutti di una campagna di promozione ben congeniata in occasione del concorso nazionale per la proclamazione de Il Borgo dei Borghi», ha spiegato. Anche San Giovanni Rotondo si conferma leader del turismo religioso. Lungo le coste - afferma Zangardi: «Vieste è la regina, gonfie vele a Peschici e Mattinata, exploit di Rodi, Lido del Sole, San Menaio e Torre Mileto».

Tornano anche i turisti stranieri. Per il Gargano - ha ribadito Zangardi - la stagione 2022 si annuncia con un incremento delle presenze che ormai va oltre il 40% e con un «allungamento del periodo di massimo afflusso fino a ben oltre la metà di settembre».

Tutto bene? No, perché alle luci si aggiungono le ombre, cominciando dalla mancanza storica di strutture sanitarie adeguate negli affollatissimi paesi della costa. Mancano le ambulanze, mancano i medici, mancano le strutture. E le promesse di correre ai ripari sono rimaste tali. L’unico servizio che sembra funzionare è quello dell’elisoccorso, ma è il solo. La Asl sta predisponendo - così sembra almeno - i bandi, finora senza risposte adeguate. E peraltro ci si è mossi con troppo ritardo, dal momento che le spiagge del Gargano zono già zeppe di turisti, mentre i disagi non mancano neanche per i residenti, come denuncia l’ex consigliere regionale 5Stelle, ore vicino a Italexit, Mario Conca: «Ieri pomeriggio, a Vico, con 40 gradi all’ombra decine di persone erano in coda per la visita alla commissione invalidi. Per tutti l’appuntamento era alle ore 16, e poco importa se alcuni erano sulla sedia a rotelle, o in barella o gravemente inabili. L’aria condizionata? Non c’era».

Più a Sud, sembra sulla rotta giusta Taranto, soprattutto grazie all’arrivo delle navi da crociera. Anche ieri, infatti, come accadrà tutti i mercoledì sino al prossimo 9 novembre, la Msc Splendida è giunta in città alle 9 del mattino per poi ripartire alle 19. Ogni settimana, il mercoledì è il giorno in cui il Borgo si popola di turisti, italiani e stranieri, e già da qualche mese, a queste presenze si aggiungono altri gruppi che hanno scelto la città e la sua costa per le vacanze. «C’è un grande via vai - conferma Paolo Barivelo, presidente della Fipe Bar di Confcommercio - e ritengo che nei prossimi anni cresceremo molto di più».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725