Venerdì 23 Aprile 2021 | 01:09

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Tod's, Lvmh acquista 2,25 milioni di azioni e sale al 10%

Tod's, Lvmh acquista 2,25 milioni di azioni e sale al 10%

 
SCIACCA
Covid: consegnate chiavi Sciacca dal sindaco a Fauci

Covid: consegnate chiavi Sciacca dal sindaco a Fauci

 
CAGLIARI
>ANSA-IL-PUNTO/COVID: la Sardegna vuole l'arancione

>ANSA-IL-PUNTO/COVID: la Sardegna vuole l'arancione

 
ROMA
Confindustria: grave errore mancata proroga superbonus 110%

Confindustria: grave errore mancata proroga superbonus 110%

 
ROMA
Confindustria:invece di risorse a Alitalia darle a industria

Confindustria:invece di risorse a Alitalia darle a industria

 
TRIESTE
>ANSA-IL-PUNTO/COVID: Fedriga, possibile revisione decreto

>ANSA-IL-PUNTO/COVID: Fedriga, possibile revisione decreto

 
ROMA
Libia: Di Maio, imminente riapertura consolato a Bengasi

Libia: Di Maio, imminente riapertura consolato a Bengasi

 
ROMA
Covid: 16.232 positivi, 360 vittime

Covid: 16.232 positivi, 360 vittime

 
L'AVANA
Covid: 1.207 casi in 24 ore a Cuba, mai così tanti

Covid: 1.207 casi in 24 ore a Cuba, mai così tanti

 
ROMA
Fedez, raccolti 4 milioni per i lavoratori dello spettacolo

Fedez, raccolti 4 milioni per i lavoratori dello spettacolo

 
ROMA
La Camera approva lo scostamento di bilancio da 40 miliardi

La Camera approva lo scostamento di bilancio da 40 miliardi

 

Il Biancorosso

Serie C
Turris e Bari a confronto

Turris e Bari a confronto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccetrasporti
Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

 
BariViabilità
Bari, due tamponamenti sulla «100» e sulla «16»

Bari, due tamponamenti sulla «100» e sulla «16»

 
MateraLavori pubblici
Matera, cambia volto il teatro Quaroni

Matera, cambia volto il teatro Quaroni

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, il commissario del porto ascoltato in Commissione Ecomafie

Taranto, il commissario del porto ascoltato in Commissione Ecomafie

 
GdM MultimediaCultura
Trani, viaggio virtuale nel Polo museale diocesano

Trani, viaggio virtuale nel Polo museale diocesano

 
FoggiaTragedia sfiorata
Rignano Garganico, nigeriano con coltello e spranga di ferro aggredisce equipe medica

Rignano Garganico, nigeriano con coltello e spranga di ferro aggredisce equipe medica

 
BrindisiCovid
Brindisi, contagi in calo: «Merito della zona rossa»

Brindisi, contagi in calo: «Merito della zona rossa»

 

i più letti

CATANZARO

'Ndrangheta:chiuse indagini per 75,c'è il gotha delle cosche

Tre inchieste riunite da Dda Reggio C. in procedimento Epicentro

'Ndrangheta:chiuse indagini per 75,c'è il gotha delle cosche

CATANZARO, 07 APR - Sono state chiuse le indagini del maxiprocesso "Epicentro" con il quale la Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria ha riunito le operazioni "Malefix", "Metameria" e "Nuovo corso". L'avviso di conclusione indagini, firmato dal procuratore Giovanni Bombardieri e dai pm Walter Ignazitto, Stefano Musolino e Giovanni Calamita, è stato notificato a 75 indagati ai quali la Dda contesta la partecipazione alle più importanti articolazioni territoriali del mandamento "Reggio Centro". Tra gli indagati ci sono i vertici delle principali cosche di 'ndrangheta. Tra questi i boss Carmine, Orazio, Paolo Rosario e Giorgino De Stefano conosciuto con il soprannome di "Malefix". Ma anche i fratelli Alfonso e Gino Molinetti detto "la belva", Demetrio Condello, Giandomenico Condello, Demetrio Canzonieri, Antonio Libri, Filippo Barreca ed Edoardo Mangiola. Tutti sono stati arrestati nelle tre inchieste coordinate dalla Procura di Reggio e sono considerati esponenti apicali delle rispettive famiglie di 'ndrangheta. L'avviso di conclusione indagini è stato notificato anche ad altri esponenti della criminalità organizzata come Antonio Serio detto "Totuccio", Antonino Latella e Giovanni Rugolino detto "Craxi". Il procedimento "Epicentro" è così chiamato perché documenta le più allarmanti dinamiche criminali registrate in riva allo Stretto. La Procura ha documentato la definitiva e unitaria sinergia tra le cosche reggine, a prescindere dalle divisioni registrate a metà degli anni ottanta nella seconda guerra di mafia, con la preminente influenza dei gruppi di Archi riuniti attorno alla cosca De Stefano. Per altro verso, secondo gli inquirenti, le fibrillazioni registrate per la conquista del potere mafioso nel quartiere Gallico e le spinte scissioniste portate avanti soprattutto da Luigi Molinetti, hanno rischiato di deflagrare in un vero e proprio 'terremoto' di 'ndrangheta, scongiurato dagli arresti chiesti dalla Dda dall'estate del 2020 fino a poche settimane fa. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie