Sabato 10 Aprile 2021 | 16:13

NEWS DALLA SEZIONE

CITTA DEL VATICANO
Vaccini: chiesa del Cosentino diventa centro vaccinale

Vaccini: chiesa del Cosentino diventa centro vaccinale

 
MILANO
Covid: pentolada di protesta sotto Regione Lombardia

Covid: pentolada di protesta sotto Regione Lombardia

 
CITTA DEL VATICANO
Filippo: il Papa alla Regina, rattristato da notizia

Filippo: il Papa alla Regina, rattristato da notizia

 
RIAD
Arabia Saudita, 3 soldati giustiziati per alto tradimento

Arabia Saudita, 3 soldati giustiziati per alto tradimento

 
TORINO
Covid: commercianti Torino, nessun rispetto per chi lavora

Covid: commercianti Torino, nessun rispetto per chi lavora

 
MILANO
Covid: festa in appartamento di lusso a Milano, 14 multe

Covid: festa in appartamento di lusso a Milano, 14 multe

 
APRICENA (FOGGIA)
Sottrae 40mila euro a fratelli disabili, indagato parroco

Sottrae 40mila euro a fratelli disabili, indagato parroco

 
TREVISO
Veneto Banca: iniziato a Treviso processo ex ad Consoli

Veneto Banca: iniziato a Treviso processo ex ad Consoli

 
ROMA
Da lunedì a scuola 6,5 mln studenti, 8 su 10

Da lunedì a scuola 6,5 mln studenti, 8 su 10

 
CATANIA
Gregoretti: udienza a Catania per discussione delle parti

Gregoretti: udienza a Catania per discussione delle parti

 
ROMA
Confindustria: incerta risalita da voragine, Pil 2021 +4,1%

Confindustria: incerta risalita da voragine, Pil 2021 +4,1%

 

Il Biancorosso

Serie C
Avellino - Bari: segui con noi il match in diretta

Avellino - Bari: segui con noi il match in diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

AnalisiIl commento
La troika lucana contro la pandemia

La troika lucana contro la pandemia

 
BariLe immagini
Bari, caos fuori dalla Fiera per le vaccinazioni: file e assembramenti

Bari, caos fuori dalla Fiera per le vaccinazioni: file e assembramenti

 
TarantoMittal
Taranto, parla l'operaio licenziato: «Non meritavo questo trattamento dopo 20 anni di lavoro»

Taranto, parla l'operaio licenziato: «Non meritavo questo trattamento dopo 20 anni di lavoro»

 
FoggiaIl caso nel Foggiano
Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

 
BatNella Bat
Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

 
PotenzaCovid
Basilicata arancione Bardi: «Ma abbiamo numeri da zona gialla»

Basilicata diventa arancione, Bardi: «Ma abbiamo numeri da zona gialla»

 
BrindisiIl caso
Brindisi, 81enne positivo al Covid va in giro e viola isolamento: denunciato

Brindisi, 81enne positivo al Covid va in giro e viola isolamento: denunciato

 

i più letti

ROMA

Garante Privacy e Fb, canale emergenza contro Revenge Porn

Collaborazione per aiutare potenziali vittime "odiosa violenza"

Garante Privacy e Fb, canale emergenza contro Revenge Porn

ROMA, 05 MAR - Contro il Revenge Porn, odiosa forma di violenza sulle donne e in generale contro la pornografia non consensuale, il Garante della Privacy ha deciso di mettere a disposizione sul proprio sito un canale di emergenza, come annuncia in una nota. Le persone che temono che le loro foto o i loro video intimi possano essere diffusi senza il loro consenso su Facebook o Instagram, potranno segnalare questo rischio e ottenere che le immagini siano bloccate. Il canale di segnalazione preventiva è quello attivato lo scorso anno in Italia, come programma pilota, da Fb e che è stato accessibile finora solo attraverso una associazione no profit. Dall'8 marzo le persone maggiorenni che temono che le proprie immagini intime, presenti in foto e video, vengano condivise, potranno dunque rivolgersi al Garante Privacy, consultando la pagina www.gpdp.it/revengeporn, per segnalarne l'esistenza in modo sicuro e confidenziale a Facebook e farle bloccare. Nella pagina predisposta dal Garante, le potenziali vittime di pornografia non consensuale troveranno un modulo da compilare per fornire all'Autorità le informazioni utili a valutare il caso e a indicare all'interessato il link per caricare direttamente le immagini sul programma. Una volta caricate, le immagini verranno cifrate da Facebook tramite un codice "hash", in modo da diventare irriconoscibili prima di essere distrutte e, attraverso una tecnologia di comparazione, bloccate da possibili tentativi di una loro pubblicazione sulle due piattaforme. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie