Domenica 07 Marzo 2021 | 01:35

NEWS DALLA SEZIONE

SANREMO
Sanremo: Premio della Critica a Willie Peyote

Sanremo: Premio della Critica a Willie Peyote

 
SANREMO
Sanremo: Premio Lucio Dalla a Colapesce Dimartino

Sanremo: Premio Lucio Dalla a Colapesce Dimartino

 
SANREMO
Sanremo: la finale si apre sulle note dell'Inno di Mameli

Sanremo: la finale si apre sulle note dell'Inno di Mameli

 
ROMA
Covid: folla in zone movida a Roma, chiusure e multe

Covid: folla in zone movida a Roma, chiusure e multe

 
SASSARI
Covid: stop lockdown, paese Sassarese da zona rossa a bianca

Covid: stop lockdown, paese Sassarese da zona rossa a bianca

 
ROMA
Vaccini: Lazio, da metà marzo certificato per cittadini

Vaccini: Lazio, da metà marzo certificato per cittadini

 
ROMA
Vaccini: aperto hub a Termini, è il primo in una stazione

Vaccini: aperto hub a Termini, è il primo in una stazione

 
NAPOLI
Napoli:Capo 118,su 110 medici 75 potrebbero lasciare

Napoli:Capo 118,su 110 medici 75 potrebbero lasciare

 
BRUXELLES
Fonti Ue, lunedì contatti con Usa su forniture vaccini

Fonti Ue, lunedì contatti con Usa su forniture vaccini

 
TRIESTE
Migranti: in sacchi di spazzatura, manifestazione a Trieste

Migranti: in sacchi di spazzatura, manifestazione a Trieste

 
ROMA
Covid: nel Lazio da lunedì Frosinone in zona rossa

Covid: nel Lazio da lunedì Frosinone in zona rossa

 

Il Biancorosso

Serie C
Alla vigilia di bari-Potenza, mister Carrera: «Non sottovaluto i lucani»

Alla vigilia di Bari-Potenza, mister Carrera: «Non sottovaluto i lucani»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, bimbo di 18 mesi muore investito dall'auto del padre durante manovra

Bari, bimbo di 18 mesi muore investito dall'auto del padre durante manovra

 
Battutela ambiente
Bisceglie, opere abusive in due nuovi stabilimenti balneari: sequestrata area di 3mila mq

Bisceglie, opere abusive in due nuovi lidi: sequestrata area di 3mila mq

 
GdM.TVTragedia sfiorata
Potenza, terreno frana sulla Sp 32 riaperta da pochi giorni: disagi per gli automobilisti

Potenza, terreno frana sulla Sp 32 riaperta da pochi giorni: disagi per gli automobilisti

 
Foggianel foggiano
Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

 
LecceDia
Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 

i più letti

COSENZA

Morta in ospedale da 2 giorni, ma nessuno avvisa familiari

E' accaduto a Cosenza. Figli: vogliamo chiarezza su accaduto

Morta in ospedale da 2 giorni, ma nessuno avvisa familiari

COSENZA, 22 FEB - Arriva in pronto soccorso e muore, ma i familiari lo scoprono due giorni dopo. E' accaduto all'ospedale dell'Annunziata di Cosenza dove il 16 febbraio scorso è giunta un'anziana ospite di una casa di riposo di Dipignano, e della quale i familiari hanno perso completamente le tracce per poi ritrovarla due giorni dopo in una cella frigorifera dell'obitorio. A rendere nota la vicenda sono i figli della donna la signora Maria, che hanno dato mandato al loro legale per presentare un esposto in Procura e contestualmente richiedere la cartella clinica della paziente. "Vogliamo solo sapere - ha detto figlia dell'anziana, Maria Pia Esposito - cosa sia realmente accaduto a nostra madre e perché nessuno ci ha avvisato, nonostante sulla sua scheda ci fossero tutti i nostri numeri". Secondo quanto ricostruito dai familiari, nel pomeriggio del 16 febbraio la signora si sente male e accusa diversi sintomi tra cui vomito. La struttura che la ospita allerta immediatamente il 118 e l'anziana viene trasportata in ospedale. Dopo qualche ora dall'arrivo al Pronto Soccorso un medico interpella i familiari per chiedere informazioni sullo stato clinico. Il genero dopo aver fornito le informazioni di cui era a conoscenza consiglia di contattare la struttura che ha certamente il quadro clinico esatto. Da allora è black-out. "Abbiamo telefonato per ore e per giorni senza mai ricevere alcuna risposta - aggiunge la figlia - ci siamo anche recati fisicamente al Pronto soccorso ma non ci hanno fatto entrare ripetendoci che dovevamo esclusivamente telefonare ai numeri forniti dall'ospedale. Il centralino però continuava a passare le nostre telefonate al reparto, ma il telefono squillava a vuoto o cadeva la linea". Solo il 18 febbraio "mio marito - prosegue Maria Pia Esposito - riesce a parlare con un medico, che dopo numerose insistenze ci comunica che mia madre era morta da due giorni e che si trovava in una cella frigorifera dell'obitorio". I figli della donna chiedono chiarezza sull'accaduto. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie