Domenica 07 Marzo 2021 | 06:11

NEWS DALLA SEZIONE

SANREMO
Sanremo: i Maneskin vincono la 71/a edizione

Sanremo: i Maneskin vincono la 71/a edizione

 
SANREMO
Sanremo: a Ermal Meta premio miglior composizione musicale

Sanremo: a Ermal Meta premio miglior composizione musicale

 
SANREMO
Sanremo: a Madame premio Miglior testo 'Sergio Bardotti'

Sanremo: a Madame premio Miglior testo 'Sergio Bardotti'

 
SANREMO
Sanremo: Premio della Critica a Willie Peyote

Sanremo: Premio della Critica a Willie Peyote

 
SANREMO
Sanremo: Premio Lucio Dalla a Colapesce Dimartino

Sanremo: Premio Lucio Dalla a Colapesce Dimartino

 
SANREMO
Sanremo: la finale si apre sulle note dell'Inno di Mameli

Sanremo: la finale si apre sulle note dell'Inno di Mameli

 
ROMA
Covid: folla in zone movida a Roma, chiusure e multe

Covid: folla in zone movida a Roma, chiusure e multe

 
SASSARI
Covid: stop lockdown, paese Sassarese da zona rossa a bianca

Covid: stop lockdown, paese Sassarese da zona rossa a bianca

 
ROMA
Vaccini: Lazio, da metà marzo certificato per cittadini

Vaccini: Lazio, da metà marzo certificato per cittadini

 
ROMA
Vaccini: aperto hub a Termini, è il primo in una stazione

Vaccini: aperto hub a Termini, è il primo in una stazione

 
NAPOLI
Napoli:Capo 118,su 110 medici 75 potrebbero lasciare

Napoli:Capo 118,su 110 medici 75 potrebbero lasciare

 

Il Biancorosso

Serie C
Alla vigilia di bari-Potenza, mister Carrera: «Non sottovaluto i lucani»

Alla vigilia di Bari-Potenza, mister Carrera: «Non sottovaluto i lucani»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, bimbo di 18 mesi muore investito dall'auto del padre durante manovra

Bari, bimbo di 18 mesi muore investito dall'auto del padre durante manovra

 
Battutela ambiente
Bisceglie, opere abusive in due nuovi stabilimenti balneari: sequestrata area di 3mila mq

Bisceglie, opere abusive in due nuovi lidi: sequestrata area di 3mila mq

 
GdM.TVTragedia sfiorata
Potenza, terreno frana sulla Sp 32 riaperta da pochi giorni: disagi per gli automobilisti

Potenza, terreno frana sulla Sp 32 riaperta da pochi giorni: disagi per gli automobilisti

 
Foggianel foggiano
Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

 
LecceDia
Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 

i più letti

REGGIO CALABRIA

Ndrangheta stragista: sentenza,non esclusi mandanti politici

Corte Assise Reggio C.:atti trasmessi a Procura per indagini

Ndrangheta stragista: sentenza,non esclusi mandanti politici

REGGIO CALABRIA, 22 GEN - "Non può affatto escludersi, anzi appare piuttosto assai probabile, che dietro tali avvenimenti vi fossero dei mandanti politici che attraverso la 'strategia della tensione' volevano evitare l'avvento al potere delle sinistre, temuto anche dalle organizzazioni criminali, che erano riuscite con i precedenti referenti politici a godere di benefici e agevolazioni. Si può, quindi, affermare che in tale circostanza si era venuta a creare una sorta di convergenza di interessi tra vari settori che hanno sostenuto ideologicamente la strategia stragista di Cosa Nostra". È quanto si afferma nelle motivazioni della sentenza del processo"'Ndrangheta stragista" con la quale la Corte d'Assise di Reggio Calabria, su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri e dell'aggiunto Giuseppe Lombardo, sono stati condannati all'ergastolo lo scorso 24 luglio il boss siciliano Giuseppe Graviano e Rocco Santo Filippone, considerato dalla Dda il referente della cosca Piromalli. Graviano e Filippone sono ritenuti i mandanti degli attentati ai carabinieri Antonio Fava e Vincenzo Garofalo uccisi il 18 gennaio 1994 sulla Salerno-Reggio Calabria, nei pressi dello svincolo di Scilla. "Le conclusioni cui è pervenuta questa Corte in ordine alla responsabilità degli imputati - è scritto nella sentenza - costituiscono soltanto un primo approdo, dal momento che la complessa istruttoria dibattimentale, ivi comprese le dichiarazioni di Giuseppe Graviano, lascia intravedere il coinvolgimento di ulteriori soggetti che hanno concorso nella ideazione e deliberazione degli eventi in esame. Ciò che si ricava è che dietro tutto ciò non vi sono state soltanto le organizzazioni criminali, ma anche tutta una serie di soggetti provenienti da differenti contesti (politici, massonici, servizi segreti), che hanno agito al fine di destabilizzare lo Stato per ottenere anch'essi vantaggi di vario genere, approfittando anche di un momento di crisi dei partiti tradizionali". Per questo motivo, "con riferimento alla identificazione di tali soggetti", la Corte d'Assise di Reggio Calabria ha trasmesso alcuni atti del processo alla Procura della Repubblica perché continui a indagare. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie