Sabato 17 Agosto 2019 | 22:33

NEWS DALLA SEZIONE

BOLOGNA
Forlì-Cesena, terremoto di magnitudo 3.7

Forlì-Cesena, terremoto di magnitudo 3.7

 
CAGLIARI
Sardegna: 6 roghi spenti con mezzi aerei

Sardegna: 6 roghi spenti con mezzi aerei

 
ROMA
Real non sbaglia l'esordio, 3-1 al Celta

Real non sbaglia l'esordio, 3-1 al Celta

 
CAGLIARI
Malore in mare, salvata da finanziere

Malore in mare, salvata da finanziere

 
CAGLIARI
Incendi: due Canadair in Sardegna

Incendi: due Canadair in Sardegna

 
TRIESTE
Carceri: 'a Tolmezzo 2 in cella per uno'

Carceri: 'a Tolmezzo 2 in cella per uno'

 
ROMA
Essere o non essere? È Shakespeare-mania

Essere o non essere? È Shakespeare-mania

 
ROMA
Locarno: Pardo d'oro a Vitalina Varela

Locarno: Pardo d'oro a Vitalina Varela

 
ROMA
Fonti M5s, Salvini può solo dimettersi

Fonti M5s, Salvini può solo dimettersi

 
GENOVA
Anni Venti, arte risponde a inquietudine

Anni Venti, arte risponde a inquietudine

 
BARI
Lite a sprangate in negozio Bari,arresto

Lite a sprangate in negozio Bari,arresto

 

Il Biancorosso

Sport
Bari calcio, boom per gli abbonamenti: superati i 5mila tesserati

Bari calcio, boom abbonamenti: superati i 5mila tesserati

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl gesto per gelosia
Taranto, crede che lui abbia un'altra: 27enne gli danneggia l'auto e picchia i poliziotti intervenuti, denunciata

Taranto, crede che lui abbia un'altra: gli danneggia l'auto e picchia i poliziotti intervenuti, denunciata

 
LecceNel Leccese
Galatina, incendio in cementificio: si teme inquinamento ambientale

Galatina, incendio in cementificio: si teme inquinamento ambientale

 
BariLo spettacolo
«I Capuleti e i Montecchi»: l'amore tra Romeo e Giulietta torna a vivere ad Acquaviva

«I Capuleti e i Montecchi»: l'amore tra Romeo e Giulietta torna a vivere ad Acquaviva

 
MateraTragedia nel Materano
Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: forse un malore

Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: forse un malore

 
BatI numeri
Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

 
BrindisiNel Brindisino
Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

 
FoggiaIl caso
Foggia, gemellini prematuri, uno «scambiato» per femmina: problemi all'anagrafe

Foggia, gemellini prematuri, uno «scambiato» per femmina: problemi all'anagrafe

 

i più letti

VENEZIA

Zaia: trovati nuovi Pfas nel Po, è un caso nazionale

Dal Veneto segnalazione a Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte

VENEZIA, 16 APR - E' stata riscontrata nel Po la presenza di c6o4, Pfas di nuova generazione: lo rende noto l'Arpav. "Questa è la conferma che la questione Pfas interessa tutto il Paese, è una primaria questione ambientale nazionale", sottolinea il presidente del Veneto, Luca Zaia. La Regione Veneto sta predisponendo una segnalazione alle Regioni Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte. Le campionature sono state eseguite dall'Arpav dopo la contaminazione da sostanze perfluoro-alchiliche delle falde idriche nei territori delle province di Vicenza, Verona e Padova. L'inquinante era stato trovato in passato nelle acque contaminate nei pressi dello stabilimento della Miteni, che lo utilizzava nel processo produttivo a sostituzione dei Pfas tradizionali. A marzo è stata riscontrata una positività presso la stazione di acque superficiali sul fiume Po in località Corbola con la determinazione di un quantitativo di alcune decine di nanogrammi litro. Il campionamento è stato ripetuto il 2 aprile scorso, confermando il ritrovamento sia nella stazione già campionata che a monte e a valle. Considerato che, data l'ubicazione dei punti di campionamento, risulti pressoché impossibile che derivi dal sito inquinato nell'area dell'azienda Miteni, secondo l'Arpav il composto quasi sicuramente deriva dalle regioni del bacino padano a monte idraulico delle prese in cui è stata ritrovata la sostanza con una concentrazione di circa 80 nanogrammi/litro. La stazione è ubicata in prossimità di Castelmassa, al confine con Lombardia ed Emilia. Una sostanza così poco utilizzata e di nuova generazione per essere riscontrata in queste quantità nel fiume più grande d'Italia, viene rilevato, fa supporre che si possano trovare a monte fonti di inquinamento importanti. Non essendovi limiti europei e nazionali, per motivi precauzionali il gestore della rete idropotabile Acque Venete ha già ordinato nuove batterie di filtri. "E necessario che il Governo, come ha già fatto il Veneto da tempo, intervenga fermamente, ponendo limiti zero. Invitiamo, quindi, il Ministero dell'Ambiente a muoversi sulla linea già tracciata dalla nostra Regione, agendo il più rapidamente possibile". (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie