Mercoledì 22 Maggio 2019 | 18:59

NEWS DALLA SEZIONE

BOLOGNA

(2)

 

Siria: 'regime non ha usato armi chimiche'

 
WASHINGTON

Trump rompe con dem, prima cessino false indagini

 
LONDRA

Brexit: media, golpe contro May in corso in casa Tory

 
ROMA

Mattarella, idee Falcone-Borsellino vivono

 
PECHINO

Dazi: Cina a difesa Hikvision, basta discredito Usa

 
RIMINI
Vaccini, no Tar a ricorso sulle multe

Vaccini, no Tar a ricorso sulle multe

 
ROMA

Berlusconi, dopo voto governo a casa

 
ROMA

Marcucci (Pd), governo ci 'costa' 32 mld

 
ROMA

Di Maio alla Lega, basta minacce di crisi

 
Parigi

Haftar a Macron, pronto a pausa ostilità

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, 10 milioni di euro per il mercatoDe Laurentiis vuole crescere in fretta

Bari, 10 milioni di euro per il mercato: De Laurentiis vuole crescere in fretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatDopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
BariLa guardia costiera
Bari, sequestrati oltre 6 quintali di tonno: il pesce dato in beneficenza

Bari, sequestrati oltre 6 quintali di tonno: pesce in beneficenza

 
MateraL'idea
Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

 
LecceÈ in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
TarantoIl caso
Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

 
Foggianel foggiano
mattinata

Mafia, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento a Mattinata

 
BrindisiDopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
PotenzaL'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 

i più letti

ROMA

Terrorismo: espulso amico Armi, radicalizzato in carcere

33enne si era radicalizzato in carcere

ROMA, 14 FEB - Si era radicalizzato in carcere a tal punto da rifiutare qualsiasi contatto con gli altri soggetti all'interno del penitenziario ed era diventato violento sia nei confronti dei detenuti sia verso le guardie carcerarie. Sono i motivi che hanno spinto il ministro dell'Interno Matteo Salvini a firmare un provvedimento d'espulsione nei confronti di un tunisino 33enne per motivi di sicurezza dello Stato. L'uomo, in carcere per reati comuni, era già noto all'intelligence in quanto anni fa, durante il periodo trascorso in prigione a Palermo, era diventato amico di Anis Amri, il tunisino responsabile dell'attentato al mercatino di Berlino poi ucciso in un conflitto a fuoco con la Polizia a Sesto san Giovanni. Dall'inizio dell'anno si tratta della 14esima espulsione, mentre sono state 126 quelle eseguite nel 2018. Dal 1 gennaio 2015 ad oggi sono stati espulsi complessivamente 377 soggetti ritenuti pericolosi per la sicurezza dello Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400