Lunedì 17 Giugno 2019 | 00:35

NEWS DALLA SEZIONE

CAGLIARI
In mare con sedia a rotelle, muore donna

In mare con sedia a rotelle, muore donna

 
BERLINO
Killer di Luebcke è estremista di destra

Killer di Luebcke è estremista di destra

 
ROMA
Sale a 9 anni flat tax 7% per pensionati

Sale a 9 anni flat tax 7% per pensionati

 
PERUGIA
Knox turista in Francia, niente Perugia

Knox turista in Francia, niente Perugia

 
CAGLIARI
Comunali Sardegna, 37% affluenza alle 19

Comunali Sardegna, 37% affluenza alle 19

 
ROMA
Incassi Usa, al top Men in Black

Incassi Usa, al top Men in Black

 
NAPOLI
Sappe, rivolta in carcere a Poggioreale

Sappe, rivolta in carcere a Poggioreale

 
MILANO
Dondup festeggia 20 anni con il detox

Dondup festeggia 20 anni con il detox

 
CAVALLINO (LECCE)
Pirati strada: ferite ragazze in scooter

Pirati strada: ferite ragazze in scooter

 
NAPOLI
Traghetto arenato a Ischia, nessun danno

Traghetto arenato a Ischia, nessun danno

 
TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI)
Vandali su treno turisti, si ferma

Vandali su treno turisti, si ferma

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Il Monopoli sulle tracce di Barretoriparte dalla Puglia l'avventura ?

Il Monopoli sulle tracce di Barreto, riparte dalla Puglia l'avventura ?

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'incidente
Cavallino, ragazze travolte da auto pirata: una 22enne è in comaE a Putignano investiti 3 ciclisti

Cavallino, due ragazze in scooter travolte da auto pirata: 22enne in coma
E a Putignano investiti 3 ciclisti Vd

 
BariIncidente stradale
Putignano, tre ciclisti travolti sulla statale 172: uno è grave + VIDEO +

Putignano, tre ciclisti travolti sulla statale 172: uno è grave

 
TarantoL'annuncio
Taranto, pompiere morto in servizio: il distaccamento sarà a suo nome

Taranto, pompiere morto in servizio: il distaccamento sarà a suo nome

 
HomeSport
Vela, regata Brindisi-Corfù: il vento sposta traguardo a Merlera

Vela, regata Brindisi-Corfù: il vento sposta traguardo a Merlera

 
MateraL'annuncio dell'ANAS
Viabilità, arriva lo spartitraffico sulla Basentana

Viabilità, arriva lo spartitraffico sulla Basentana

 
PotenzaLa richiesta
S. Carlo di Potenza, l’ira degli esclusi al concorso per infermieri

S. Carlo di Potenza, l’ira degli esclusi al concorso per infermieri

 
FoggiaL'atto di accusa
Foggia, case a luci rosse: 50 euro al giorno d'affitto per prostituirsi

Foggia, case a luci rosse: 50 euro al giorno d'affitto per prostituirsi

 
BatTragedia sfiorata
Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

 

i più letti

ROMA

Cresce business agromafie, vale 24,5 miliardi (+12,4%)

Rapporto 2018 Coldiretti-Eurispes, coinvolge tutta la filiera

ROMA, 14 FEB - Sale del 12,4% il business delle agromafie nel 2018, per un totale di 24,5 miliardi di euro. E' quanto emerge dal Rapporto Agromafie 2018 Coldiretti, Eurispes e Osservatorio sulla criminalità nell'agroalimentare. Una rete criminale che incrocia la filiera del cibo, dalla produzione al trasporto, dalla distribuzione alla vendita. Il risultato sono la moltiplicazione dei prezzi per i consumatori, i danni di immagine per il Made in Italy e i rischi per la salute con 399 allarmi nel corso dell'anno. Le organizzazioni criminali, evidenzia il Rapporto, hanno cambiato volto, abbandonando l'abito 'militare' per vestire il 'doppiopetto' e il 'colletto bianco'; questo per riuscire meglio a gestire il business di quello che il Rapporto definisce 'mafia 3.0'. Le nuove leve provengono dalle 'famiglie' che hanno indirizzato figli, nipoti e parenti a studi universitari e in parte sono il prodotto di un'operazione di arruolamento ben remunerato. Persone colte, preparate e plurilingue, con poteri criminali che si annidano nel percorso che frutta e verdura, carne e pesce, devono compiere per raggiungere le tavole degli italiani, passando per alcuni grandi mercati di scambio fino alla grande distribuzione. Ma la criminalità colpisce duro anche in campagna. Lo conferma l'impennata di furti di trattori, falciatrici e altri mezzi agricoli, gasolio, rame, prodotti (dai limoni alle nocciole, dall'olio al vino) e animali, con un ritorno dell'abigeato. A questo si aggiungono racket, usura, pascolo abusivo ed estorsione; nelle città invece, i tradizionali fruttivendoli e i fiorai sono quasi scomparsi, sostituiti da egiziani indiani e pakistani che controllano ormai gran parte delle rivendite sul territorio. "Le agromafie sono diventate molto più raffinate - afferma il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini - non vanno più combattute solo a livello militare ma contrastate a 30 gradi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE