Sabato 19 Gennaio 2019 | 21:21

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA

Mattarella, Matera simbolo del Sud che vuole innovare

 
ROMA

Alitalia: Di Maio, stiamo lavorando sul piano industriale

 
MILANO
Carica dei bimbi, invadono San Siro

Carica dei bimbi, invadono San Siro

 
ROMA

Tim: rimane dominante anche con scorporo rete

 
ROMA
Al Dortmund basta Witsel, Bayern a -6

Al Dortmund basta Witsel, Bayern a -6

 
ROMA
Sarri frena, 2-0 dell'Arsenal al Chelsea

Sarri frena, 2-0 dell'Arsenal al Chelsea

 
ROMA
Serie B: classifica

Serie B: classifica

 
ROMA
Serie A: Udinese-Parma 1-2

Serie A: Udinese-Parma 1-2

 
WASHINGTON

Axios, Trump offrirà legge su dreamer in cambio muro

 
JOHANNESBURG 19 GEN

Somalia:raid aereo Usa,52 estremisti al Shabaab uccisi

 
ROMA

Spagna: bambino nel pozzo, si scavano i tunnel

 

CATANIA

Accesso illegali a Riscossione Sicilia, ordinanza per sei

Inchiesta Pm Catania, indagati avvocati e dipendenti 'infedeli'

CATANIA, 14 GEN - Tre persone sono state poste agli arresti domiciliari dal Gip di Catania, su richiesta della locale Procura distrettuale, nell'ambito di indagini della guardia di finanza su professionisti e dipendenti 'infedeli' di Riscossione Sicilia. Per altri tre indagati sono state disposte misure interdittive. Sono accusati, a vario titolo, di concorso in corruzione continuata, accesso abusivo ad un sistema informatico e rivelazione di segreti d'ufficio. Tra i destinatari delle misure cautelari ci sono due avvocati catanesi, di cui uno già dirigente in pensione della Serit (oggi Riscossione Sicilia Spa), e tre funzionari attuali dipendenti dell'Ente di riscossione regionale di Catania e Messina. I particolari dell'operazione saranno resi noti alle 10.30 durante un incontro con i giornalisti nella sala stampa della Procura di Catania, alla presenza del procuratore Carmelo Zuccaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400