Lunedì 17 Dicembre 2018 | 02:23

NEWS DALLA SEZIONE

TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura piatta (+0,08%)

 
BARCELLONA
Levante-Barcellona 0-5, tripletta Messi

Levante-Barcellona 0-5, tripletta Messi

 
BARCELLONA

Calcio: Levante-Barcellona 0-5, Messi in gol tre volte

 
PERUGIA
Bocci nuovo segretario Umbria del Pd

Bocci nuovo segretario Umbria del Pd

 
ROMA

Calcio: Serie A, Roma-Genoa 3-2

 
ROMA

Salvini, andrei al volo a prendere Battisti in Brasile

 
SAN PAOLO

Brasile: si consegna alla polizia il medium Joao de Deus

 
SAN PAOLO

Brasile: Maduro non invitato a insediamento Bolsonaro

 
ISLAMABAD

Afghanistan:domani negli Emirati nuovi colloqui Talebani-Usa

 
PARIGI

Strasburgo, morto Orent-Niedzielski, amico di Megalizzi

 
FIRENZE
Maltempo: neve su A1 in Appennino

Maltempo: neve su A1 in Appennino

 

BARI

Xylella avanza verso Nord, è a Fasano

Trovato per la prima volta a Fasano, a 8 km più a nord

Xylella avanza verso Nord, è a Fasano

BARI, 8 DIC - Sono state individuate 75 nuove piante di ulivo infette dal batterio della Xylella fastidiosa nei comuni di Fasano (un albero), Ostuni (33), Carovigno (39) e Ceglie Messapica (2). Per la prima volta il batterio è stato trovato a Fasano, alla periferia della frazione di Torre Canne, nella Piana degli ulivi monumentali. Quello di Torre Canne rappresenta il nuovo limite nord della presenza del batterio in Puglia, circa 8 chilometri più a nord rispetto al focolaio più settentrionale individuato col precedente monitoraggio alla periferia di Cisternino. E' quanto emerge dai primi risultati della nuova campagna di monitoraggio condotta dall'Arif, Agenzia regionali per le attività irrigue e forestali. Nella Piana degli ulivi monumentali vi sarebbero almeno altri tre focolai nella zona di Cisternino e Ostuni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400