Venerdì 14 Dicembre 2018 | 07:22

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK

Usa: bimba migrante muore al confine sotto custodia autorità

 
NEW YORK

Pena morte: Usa, esecuzione in Florida con iniezione letale

 
NEW YORK

Usa, media: Trump vede Christie, è candidato a capo staff

 
PECHINO

Borsa: Shanghai negativa, apre a -0,24%

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura in ribasso (-0,71%)

 
SAN PAOLO

Brasile, giudice Alta Corte ordina l'arresto di Battisti

 
MILANO
X Factor, vince Anastasio

X Factor, vince Anastasio

 
MILANO

X Factor, Anastasio vince la dodicesima edizione

 
PALERMO
Pd: Faraone è nuovo segretario Sicilia

Pd: Faraone è nuovo segretario Sicilia

 
PALERMO

Pd: Faraone è il nuovo segretario del partito in Sicilia

 
ROMA
E.League: tre italiane ai sedicesimi

E.League: tre italiane ai sedicesimi

 

CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOL

'Pentiti da bruciare', falò e applausi a Castellammare

Dopo arresti che hanno decapitato i clan locali

CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOLI), 8 DIC - "Così devono morire i pentiti abbruciati": è la scritta comparsa su uno striscione accanto a un falò - dove è stato bruciato anche un manichino -la scorsa notte in un rione di Castellammare di Stabia considerato roccaforte del clan D'Alessandro, decapitato di recente con l'arresto dei reggenti. A mezzanotte è stato dato fuoco alla catasta di legna, al fantoccio e allo striscione. Il macabro "spettacolo" è stato applaudito da una piccola folla di persone. L'episodio è avvenuto nel quartiere Aranciata Faito. In contemporanea al falò è partita una batteria di fuochi d'artificio udibili anche dai quartieri circostanti. Il macabro "spettacolo" è stato applaudito da molte persone radunate davanti alle palazzine dove si concentra il più alto numero di fiancheggiatori del clan D'Alessandro. Il rione è considerato una vera e propria centrale dello spaccio di droga e uno dei 'santuari' del malaffare dell'area stabiese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400