Giovedì 13 Dicembre 2018 | 02:12

NEWS DALLA SEZIONE

WASHINGTON

Huawei: Canada chiede a Usa non politicizzare estradizione

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,72%)

 
KATOWICE (POLONIA)

Cop24: appello Onu a compromesso su riscaldamento globale

 
LONDRA

Brexit: falchi Tory non si danno per vinti, May si dimetta

 
ROMA
Champions: risultati

Champions: risultati

 
ROMA

Champions: ko contro Young Boys ma Juve 1/a nel girone

 
ROMA
Champions: Young Boys-Juventus 2-1

Champions: Young Boys-Juventus 2-1

 
PARIGI

Strasburgo: polizia pubblica foto segnaletica assalitore

 
LONDRA

Brexit: May ce la fa, non passa mozione sfiducia Tory

 
ANCONA
Discoteca, 17enne rimesso in libertà

Discoteca, 17enne rimesso in libertà

 
ANCONA

Discoteca: 17enne rimesso in libertà

 

LA PAZ

Bolivia: proteste contro candidatura Morales a elezioni 2019

Critiche anche da chiesa, governo difende sentenza a suo favore

LA PAZ, 6 DIC - Uno sciopero nazionale di 24 ore organizzato dall'opposizione boliviana è in corso oggi in Bolivia in segno di protesta per la legittimazione da parte della Corte costituzionale boliviana del binomio formato dall'attuale presidente Evo Morales e dal suo vice, Alvaro García Linera, per le elezioni presidenziali del 2019. Vari movimenti oppositori insistono nel denunciare che la ricandidatura di Morales "è illegittima", perché respinta dal referendum costituzionale svoltosi in Bolivia il 21 febbraio 2016. A sostegno di questa posizione, critica anche con la decisione del Tribunale supremo elettorale (Tse) di accettare la candidatura di Morales e Linera per le primarie di gennaio, si è schierata la chiesa cattolica. In un comunicato la Conferenza episcopale (Ceb) ha sottolineato che "con questa decisione il Tse non ha agito come potere autonomo, suscitando dubbi sulle basi della democrazia e aprendo un futuro incerto per i boliviani".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400