Giovedì 13 Dicembre 2018 | 02:11

NEWS DALLA SEZIONE

WASHINGTON

Huawei: Canada chiede a Usa non politicizzare estradizione

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,72%)

 
KATOWICE (POLONIA)

Cop24: appello Onu a compromesso su riscaldamento globale

 
LONDRA

Brexit: falchi Tory non si danno per vinti, May si dimetta

 
ROMA
Champions: risultati

Champions: risultati

 
ROMA

Champions: ko contro Young Boys ma Juve 1/a nel girone

 
ROMA
Champions: Young Boys-Juventus 2-1

Champions: Young Boys-Juventus 2-1

 
PARIGI

Strasburgo: polizia pubblica foto segnaletica assalitore

 
LONDRA

Brexit: May ce la fa, non passa mozione sfiducia Tory

 
ANCONA
Discoteca, 17enne rimesso in libertà

Discoteca, 17enne rimesso in libertà

 
ANCONA

Discoteca: 17enne rimesso in libertà

 

LONDRA

Brexit: May apre a deputati su backstop, 'no referendum bis'

Voci di ipotetici rinvii sui giornali ma la premier va avanti

LONDRA, 6 DIC - Theresa May apre a un possibile "ruolo" del parlamento britannico sull'ipotetica attivazione futura del backstop - il meccanismo imposto dall'Ue a garanzia del confine aperto fra Irlanda e Irlanda del Nord - per cercare di racimolare consensi fra i deputati in vista del voto di ratifica dell'11 dicembre sull'accordo sulla Brexit. In un filo diretto radiofonico Bbc, la premier Tory allontana le voci di stampa di possibili proroghe dell'iter della Brexit, affermando che "il dibattito è iniziato" (oggi prosegue in aula sugli aspetti economici dell'intesa, con gli interventi dei ministri Philip Hammond e Liam Fox) e durerà "5 sedute". Mentre dice di "comprendere le preoccupazioni dei colleghi sul backstop" e di voler "dare loro un ruolo" di controllo. May nega peraltro nuovamente l'orizzonte di un referendum bis. E glissa sulle indiscrezioni secondo cui alcuni dei suoi stessi ministri auspicherebbero un rinvio del voto dell'11 nel timore d'una sconfitta di proporzioni insostenibili per il governo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400