Domenica 18 Novembre 2018 | 11:14

NEWS DALLA SEZIONE

BOLOGNA
Ordigno bellico, evacuazione per 7.000

Ordigno bellico, evacuazione per 7.000

 
PARIGI

La popolarità di Macron precipita al 25%

 
PARIGI

Gilet gialli, feriti salgono a 409, nuovi blocchi

 
PORT MORESBY

Dazi:a vertice Apec non c'è accordo finale

 
BUENOS AIRES

Argentina: per ora nessun recupero sottomarino

 
WASHINGTON

Midterm: Gillum concede vittoria, governatore Florida a Gop

 
CHICO (CALIFORNIA)

California: almeno 1.300 dispersi e 76 vittime roghi

 
WASHINGTON

Khashoggi: Trump, presto rapporto definitivo

 
ROMA

Greenpeace, sei attivisti arrestati dopo 'arrembaggio'

 
MILANO
Ct Portogallo, CR7 fa parte Nazionale

Ct Portogallo, CR7 fa parte Nazionale

 
ROMA

Calcio: Bonucci,fischi S.Siro?Mamma imbecilli sempre incinta

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

GENOVA

Genoa: i tifosi contestano Preziosi

Cori e striscioni contro il presidente della società rossoblù

Genoa: i tifosi contestano Preziosi

GENOVA, 10 NOV - "Preziosi: prima o poi anche tu morirai... Il Genoa mai". Con questo striscione in Gradinata Nord, srotolato prima della partita con il Napoli, gli ultrà del Genoa hanno iniziato una dura contestazione, annunciata in settimana, contro il presidente del club rossoblù, Enrico Preziosi. Oltre allo striscione si sono uditi distintamente cori contro il presidente, la sua famiglia e hanno gridato il consueto "Noi non siamo giochi Preziosi", prima che l'altoparlante dello stadio trasmettesse musica ad alto volume. I tifosi imputano a Preziosi l'esonero dell'allenatore Davide Ballardini e la scelta di far tornare Juric, fischiato alla lettura delle formazioni, come è toccato al centrocampista Veloso, genero del presidente. Preziosi non è allo stadio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400