Lunedì 19 Novembre 2018 | 04:29

NEWS DALLA SEZIONE

WASHINGTON

Internet: Musk ottiene ok per lanciare altri 7.518 satelliti

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura poco variata (-0,06%)

 
WASHINGTON

Usa: siparietto Obama a presentazione libro Michelle

 
ROMA

Coni: Salvini "Chi mi dice fascista è a canna del gas"

 
ROMA

Tennis: Atp Finals, Djokovic ko, il 'maestro' è Zverev

 
ROMA

Tv: Mediaset, Grande Fratello Vip nessuna chiusura prima

 
PARIGI

Gilet gialli: Philippe, 'rotta governo non cambia'

 
MILANO

Calcio: Marotta verso Inter, in Cina incontra Suning

 
MILANO
Inter, Marotta in Cina incontra Suning

Inter, Marotta in Cina incontra Suning

 
MADRID

Spagna: Femen protestano a commemorazione morte di Franco

 

Netanyahu assume Difesa, momento sicurezza complesso

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

PARIGI

Libia: la Francia spinge per una nuova data per le elezioni

'Ma la decisione spetta ai libici. Haftar? Parliamo con tutti'

PARIGI, 10 NOV - "Sicurezza, economia e processo politico": questi i punti fondamentali che il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, intende sostenere durante la conferenza sulla Libia organizzata dall'Italia a Palermo. Con l'importanza, tra l'altro, di fissare una scadenza elettorale, dopo che la data del 10 dicembre scelta dai libici e che la Francia ha sostenuto fino all'ultimo sembra tramontata. Come auspicato dallo stesso rappresentante dell'Onu Ghassan Salamé, la speranza è che i diversi attori libici possano accordarsi, magari già a Palermo, su una nuova data in primavera. La Francia smentisce anche le voci secondo cui Haftar sia una sorta di sua 'pedina' in Libia. "Parliamo con tutti gli attori", incluso gli esponenti di Misurata, che Le Drian ha ricevuto l'altro ieri a Parigi. "Non cerchiamo la vittoria di un campo o di un uomo contro un altro, ma una soluzione che consenta di coinvolgere tutti. E il miglior modo per farlo sono le elezioni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400