Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 02:20

NEWS DALLA SEZIONE

WASHINGTON

Usa: allarme droni, stop voli all'aeroporto di Newark

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,82%)

 
CARACAS

Venezuela: Maduro,'revisione totale delle relazioni con Usa'

 
ROMA
Bolt dice basta con il calcio

Bolt dice basta con il calcio

 
MILANO
Muore carbonizzato in strada a Milano

Muore carbonizzato in strada a Milano

 
MILANO
Petrachi: Dal Toro giurisprudenza su Var

Petrachi: Dal Toro giurisprudenza su Var

 
MILANO
Biglia: Vorrei tornare contro il Napoli

Biglia: Vorrei tornare contro il Napoli

 
PARIGI

Francia-Italia: Loiseau, Salvini insulta francesi

 
MILANO
Tonali:Vorrei essere allenato da Gattuso

Tonali:Vorrei essere allenato da Gattuso

 
MILANO
Biglia: Con Piatek il Milan ci guadagna

Biglia: Con Piatek il Milan ci guadagna

 
MILANO
Wanda: Rinnovo Icardi? Con Marotta amici

Wanda: Rinnovo Icardi? Con Marotta amici

 

RIMINI

Uccise per debito 100 euro, condannato

Coltellata dopo una lite, il pm aveva chiesto pena più severa

Uccise per debito 100 euro, condannato

RIMINI, 23 OTT - E' stato condannato a 16 anni di reclusione il tunisino Nefzi Imed, 47 anni, regolare in Italia, accusato di aver ucciso con una coltellata, il 20 agosto del 2017 in uno stabile abbandonato di via Bassi a Rimini, Anis Dhaher, 37 anni marocchino. L'uomo era stato aggredito durante una lite per un debito di 100 euro, ritrovato agonizzante dai soccorritori, era morto dopo 5 giorni all'Ospedale Infermi. L'omicida si era poi costituito alla polizia di Stato la mattina stessa della morte. Questa mattina a conclusione del processo con rito abbreviato, in cui il pubblico ministero Davide Ercolani aveva chiesto una pena di 30 anni, il 47enne è stato giudicato colpevole e condannato a 16 con le attenuanti generiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400