Lunedì 19 Novembre 2018 | 19:04

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA

Calcio: Mancini, Sirigu va in porta

 
NEW YORK

Bitcoin: crolla del 10%, scende sotto 5.000 dollari

 
MILANO
Arbitri: Rizzoli,più gialli per proteste

Arbitri: Rizzoli,più gialli per proteste

 
VENEZIA
Veterinario ucciso da toro imbizzarrito

Veterinario ucciso da toro imbizzarrito

 
VENEZIA

Toro imbizzarrito incorna e uccide veterinario

 
CASERTA
Dl sicurezza: Di Maio, avanti,con lealtà

Dl sicurezza: Di Maio, avanti,con lealtà

 
CASERTA

Dl sicurezza: Di Maio, avanti con testo, aspetto lealtà

 
CAGLIARI
Condanna più pesante a ex sindaco Sulcis

Condanna più pesante a ex sindaco Sulcis

 
ADDIS ABEBA

Etiopia: centinaia ebrei in piazza, 'Israele ci abbandona'

 
WASHINGTON

Usa: continua duello legale Casa Bianca-Cnn su pass reporter

 
WASHINGTON

Migranti: Usa, barriera mobile al confine con Tijuana

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

NEW YORK

>>>ANSA/ Respinta causa diffamazione porno star, vittoria Trump

Giudice cita Primo Emendamento. Legale Stormy, faremo ricorso

NEW YORK, 16 OTT - La causa per diffamazione avviata dalla porno star Stormy Daniels contro Donald Trump è stata respinta. Ma Stefanie Clifford, questo il vero nome di Stormy, non molla e tramite il suo avvocato fa sapere che farà appello contro la decisione del giudice distrettuale S. James Omero. Stormy Daniels aveva dichiarato di essere stata minacciata da un uomo sconosciuto in un parcheggio di Las Vegas nel 2011 dopo che la donna aveva deciso di cooperare con un magazine su un articolo sulla sua presunta relazione con Trump nel 2006. Dopo che il legale di Stormy aveva pubblicato uno schizzo del presunto aggressore, Trump su Twitter aveva bollato il tutto come una 'totale truffa' riguardante un 'uomo inesistente'. Su queste parole Clifford aveva basato l'azione legale per diffamazione. Ma il giudice Omero l'ha respinta: "La corte è d'accordo con la tesi di Trump, perché il suo tweet rappresenta una 'iperbole' normalmente associata con la politica. Il Primo Emendamento protegge questo tipo di dichiarazione retorica". Il Primo Emendamento della costituzione americana garantisce la libertà di parola. In tribunale i legali del presidente hanno puntato l'attenzione sul fatto che Clifford ha avuto benefici finanziari dalla sua disputa pubblica con il presidente. "Faremo ricorso e siamo fiduciosi in un rovesciamento della decisione", afferma il legale di Stormy, Michael Avenatti. Charles Harder, il consigliere legale del presidente, canta vittoria. "Niente di quello che dicono Stormy Daniels o il suo legale Michael Avenatti può caratterizzare in modo migliore la decisione di oggi se non una totale vittoria per il presidente Trump e una totale sconfitta per Stormy Daniels". (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400