Lunedì 25 Marzo 2019 | 02:40

NEWS DALLA SEZIONE

POTENZA

Basilicata, Bardi: abbiamo scritto la storia

 
POTENZA
Basilicata, Bardi: scritta la storia

Basilicata, Bardi: scritta la storia

 
ROMA
Basilicata, proiezioni: Bardi al 42,2%

Basilicata, proiezioni: Bardi al 42,2%

 
ROMA

Basilicata, proiezioni: Bardi al 42,2%

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura in netto calo (-1,67%)

 
ROMA

++ Basilicata: definitivo dato affluenza, 53,58% ++

 
ROMA

++ Basilicata: definitivo dato affluenza, 53,58% ++

 
ROMA
Basilicata: affluenza definitiva,

Basilicata: affluenza definitiva,

 
POTENZA

Basilicata: chiusi i seggi, ora al via lo spoglio schede

 
POTENZA
Basilicata: chiusi seggi, al via spoglio

Basilicata: chiusi seggi, al via spoglio

 
ROMA

Trump esulta, 'totale assoluzione'

 

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Lecce
Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

 
TarantoAmbiente
Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

 
FoggiaAnche lei premiata da Mattarella
È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

 
MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 

TORINO

No Tav, gendarmi difendono indifendibile

Protesta davanti prefettura Torino, contro di noi vero attacco

No Tav, gendarmi difendono indifendibile

TORINO, 12 OTT - Oltre un centinaio di denunce in procura, una ventina di fogli di via, sedici avvisi orali: "È un attacco preciso contro di noi del movimento No Tav" quello portato avanti nelle ultime settimane "dalla questura e dalla prefettura di Torino". La denuncia è arrivata dagli stessi attivisti oggi nel corso di una conferenza stampa in Piazza Castello. "Le responsabilità penali per quello che facciamo o non facciamo - spiegano - dovrebbero essere individuali. Tutti questi provvedimenti, presi 'a pioggia' in assenza di accuse specifiche, dimostrano però che siamo bersagliati per quello che siamo, per il solo fatto di essere No Tav. L'ultimo atto, davvero emblematico, è stata la revoca della patente a un simpatizzante per 'indegnità morale'". "I gendarmi - concludono gli attivisti - difendono l'indifendibile: il cantiere di un'opera inutile e dannosa. Ma colpendo i No Tav, come sappiamo, si guadagna visibilità e si fa carriera".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400