Venerdì 14 Dicembre 2018 | 18:30

NEWS DALLA SEZIONE

PARIGI

Strasburgo: Antonio Megalizzi è morto

 
UDINE

Trovati morti escursionisti dispersi nel Tarvisiano

 
UDINE
Trovati morti escursionisti dispersi

Trovati morti escursionisti dispersi

 
NEW YORK

Cinema: Usa, record incassi 2018, quasi 12 miliardi dollari

 
ROMA
7% tasse pensione per chi torna al sud

7% tasse pensione per chi torna al sud

 
ROMA

Lega,7% tasse pensione per chi dall'estero sceglie Sud

 
ROMA
M5s, taglio pensioni oro da 10 a 40%

M5s, taglio pensioni oro da 10 a 40%

 
NAPOLI

Casellati al Rione Sanità, futuro giovani passa da cultura

 
ROMA

Manovra: M5s, taglio pensioni oro da 10 a 40% per 5 anni

 
NAPOLI
Casellati,futuro giovani è nella cultura

Casellati,futuro giovani è nella cultura

 
ROMA
United-De Gea vicini al rinnovo

United-De Gea vicini al rinnovo

 

TORINO

No Tav, gendarmi difendono indifendibile

Protesta davanti prefettura Torino, contro di noi vero attacco

No Tav, gendarmi difendono indifendibile

TORINO, 12 OTT - Oltre un centinaio di denunce in procura, una ventina di fogli di via, sedici avvisi orali: "È un attacco preciso contro di noi del movimento No Tav" quello portato avanti nelle ultime settimane "dalla questura e dalla prefettura di Torino". La denuncia è arrivata dagli stessi attivisti oggi nel corso di una conferenza stampa in Piazza Castello. "Le responsabilità penali per quello che facciamo o non facciamo - spiegano - dovrebbero essere individuali. Tutti questi provvedimenti, presi 'a pioggia' in assenza di accuse specifiche, dimostrano però che siamo bersagliati per quello che siamo, per il solo fatto di essere No Tav. L'ultimo atto, davvero emblematico, è stata la revoca della patente a un simpatizzante per 'indegnità morale'". "I gendarmi - concludono gli attivisti - difendono l'indifendibile: il cantiere di un'opera inutile e dannosa. Ma colpendo i No Tav, come sappiamo, si guadagna visibilità e si fa carriera".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400