Sabato 20 Ottobre 2018 | 12:13

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA

Brexit: a Londra marcia per chiedere referendum su acco...

 
ROMA

Usa: jackpot lotteria a 1,6 mld dollari, è record mondi...

 
BOLZANO
Elezioni: a Bolzano domenica alle urne

Elezioni: a Bolzano domenica alle urne

 
ROMA

Sci: Goggia "Peccato, dovrò ridimensionare un po' obiet...

 
BOLZANO

Elezioni: a Bolzano domenica alle urne dalle 7 alle 21

 
KABUL
Afghanistan, aperti i seggi elettorali

Afghanistan, aperti i seggi elettorali

 
ROMA

Sci: frattura malleolo, la Goggia tornerà nel 2019

 
ROMA

Migranti: Francia a Salvini,in video prassi concordata

 
KABUL

Afghanistan: schierati altri 20.000 soldati

 
SIENA
Palio Siena: Chiocciola vince provaccia

Palio Siena: Chiocciola vince provaccia

 
ROMA

Khashoggi: Wp, Cia ha ascoltato audio

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

MILANO

Stalking: giudici, persecutori pericolosi come mafiosi

Misura sorveglianza anche prima condanna. Prima volta in Italia

MILANO, 12 OTT - Un presunto stalker può essere trattato come un presunto mafioso e gli può essere applicata la misura di sorveglianza speciale per pericolosità sociale anche da imputato e in assenza di una condanna anche di primo grado. E' il principio stabilito, per la prima volta in Italia, da una decisione della Sezione misure di prevenzione, presieduta da Fabio Roia, del Tribunale di Milano sulla base della riforma del 2017 del codice antimafia e nel caso concreto di un filippino accusato di atti persecutori sull'ex compagna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400