Martedì 11 Dicembre 2018 | 06:47

NEWS DALLA SEZIONE

PECHINO

Cina-Usa: telefonata Liu-Mnuchin

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura in lieve rialzo (+0,22%)

 
WASHINGTON

Canada: lady Huawei pronta ad accettare libertà vigilata

 
ROMA
Serie B: la classifica

Serie B: la classifica

 
SALERNO
Serie B: Salernitana-Brescia 1-3

Serie B: Salernitana-Brescia 1-3

 
ROMA
Malagò: Inammissibili offese ai Preziosi

Malagò: Inammissibili offese ai Preziosi

 
BOLOGNA
Bologna: Saputo, Inzaghi resta

Bologna: Saputo, Inzaghi resta

 
MILANO

Banco Bpm: accordo con C.Fondiario ed Elliot su npl

 
BRUXELLES

Manovra: Dombrovskis,senza correzione avanti procedura

 
ROMA

Manovra: Moscovici,ci sono margini,ma dentro le regole

 
ROMA

Macron in tv, 'non sminuisco la collera, è giusta'

 

TORINO

Studenti in piazza a Torino

Centinaia in corteo, bruciata finta telecamera davanti al Miur

Studenti in piazza a Torino

TORINO, 12 OTT - Centinaia di studenti sono scesi in strada, a Torino, per protestare "contro razzismo, finto governo del cambiamento e disuguaglianze". Il corteo, promosso dagli Studenti Indipendenti, è partito da piazza Arbarello e sfila per le vie del centro città per raggiungere piazza Castello. Davanti al Miur, in corso Vittorio, i ragazzi hanno bruciato una telecamera di cartone posta sopra dei mattoni. "I mattoni sono quelli che rischiano di caderci in testa tutti i giorni - spiegano - Le telecamere sono quelle che vogliono mettere in ogni scuola per controllarci". "Dalle scuole all'università costruiamo una società multiculturale che educhi alle diversità a partire dai luoghi del sapere", scrivono su Facebook gli organizzatori della manifestazione. Tanti i cartelli contro il governo: "Lega Salvini e lascialo legato", "Una scuola sicura è antirazzista è antifascista".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400