Martedì 11 Dicembre 2018 | 05:40

NEWS DALLA SEZIONE

PECHINO

Cina-Usa: telefonata Liu-Mnuchin

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura in lieve rialzo (+0,22%)

 
WASHINGTON

Canada: lady Huawei pronta ad accettare libertà vigilata

 
ROMA
Serie B: la classifica

Serie B: la classifica

 
SALERNO
Serie B: Salernitana-Brescia 1-3

Serie B: Salernitana-Brescia 1-3

 
ROMA
Malagò: Inammissibili offese ai Preziosi

Malagò: Inammissibili offese ai Preziosi

 
BOLOGNA
Bologna: Saputo, Inzaghi resta

Bologna: Saputo, Inzaghi resta

 
MILANO

Banco Bpm: accordo con C.Fondiario ed Elliot su npl

 
BRUXELLES

Manovra: Dombrovskis,senza correzione avanti procedura

 
ROMA

Manovra: Moscovici,ci sono margini,ma dentro le regole

 
ROMA

Macron in tv, 'non sminuisco la collera, è giusta'

 

ROMA

Giornalista saudita: anche Uber non va a 'Davos deserto'

Nyt ha tolto sponsorizzazione. Si sfilano Viacom e Huffington

ROMA, 12 OTT - Anche Uber, Viacom e l'Huffington Post hanno annunciato che non parteciperanno alla "Davos nel deserto", il summit dei giganti della finanza e dell'economia Usa, in programma a Riad dal 23 al 25 ottobre, a seguito del caso di Jamal Khashoggi, il giornalista dissidente scomparso 10 giorni fa. L'evento è patrocinato dal principe ereditario Mohammed bin Salman, e di cui è annunciata la partecipazione, e si terrà al Ritz-Carlton, lo stesso dove decine di dignitari sauditi sono stati tenuti in isolamento nell'ambito di una "campagna anti-corruzione" voluta proprio dal principe. Ieri, il New York Times aveva annunciato di aver tolto il proprio patrocinio al meeting.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400